Multispazio Citroën  Berlingo diventa elettrico

Multispazio Citroën
Berlingo diventa elettrico

Nel 1996 Citroën ha dato vita ai veicoli multispazio e da allora ha sviluppato una vera e propria community, fortemente legata alla praticità e alla modularità di Berlingo, che diventa anche elettrico.

Una silhouette compatta all’esterno e, al contempo, una generosa abitabilità interna ricercata dai clienti che hanno bisogno di spazio a bordo: arriva la versione elettrica di Berlingo. Una soluzione che unisce l’utile al dilettevole perché beneficia del meglio della tecnologia elettrica senza perdere nulla della funzionalità del modello. La partenza è fluida grazie alla coppia disponibile immediatamente e l’accelerazione è progressiva senza cambi di marcia.

Qualità che si aggiungono al confort di bordo ottenuto grazie alle sedute in posizione alta e a un diametro di sterzata di 10,80 m. Il motore elettrico gestisce la trazione in funzione della modalità di guida selezionata. La sua potenza di 100 kW (136 CV /260 Nm) permette di raggiungere una velocità massima di 135 km/h, con qualunque modalità di guida. Quest’ultime possono essere attivate mediante il selettore associato al controller specifico ë-Toggle: Normal (80 kW/210 N.m) offre il miglior compromesso fra autonomia e prestazioni dinamiche; Eco (60 kW/180 N.m) riduce il consumo di energia limitando le prestazioni dell’impianto di riscaldamento e aria condizionata senza spegnerli completamente e contenendo la coppia e la potenza del motore; Power ( 100 kW/260 N.m) fornisce prestazioni e piacere di guida anche con la vettura a pieno carico. I clienti dei multispazio hanno esigenze di mobilità diversificate che devono permettere loro di effettuare molteplici attività, con tragitti più o meno lunghi. In base allo stile di guida, la batteria agli ioni di litio da 50 kWh permette di percorrere fino a 280 km (un valore in corso di omologazione).

Per massimizzare l’autonomia, la catena di trazione di ë-Berlingo recupera energia in fase di frenata o durante le decelerazioni del veicolo e per amplificare le funzionalità del sistema si può attivare il pulsante B ubicato sulla consolle centrale. La batteria, posizionata sotto i sedili e il pianale di carico del veicolo, non impatta sull’abitabilità a bordo. Immagazzina e fornisce l’energia richiesta ad alimentare il motore elettrico, il riscaldamento e l’aria condizionata. Il quadro strumenti visualizza il livello di carica mediante un indicatore di percentuale e, in parallelo, mediante il display luminoso graduato.

È garantita 8 anni o 160.000 km (per il 70% della sua capacità). Un certificato di capacità della batteria viene rilasciato dopo il controllo effettuato a un anno o 20.000 km, poi alla fine di ogni intervento di manutenzione, ogni 2 anni o dopo 40.000 km. Una semplice presa Green’up permette di ricaricare la maggior parte della batteria durante la notte per mettersi al volante l’indomani. La ricarica domestica richiede un cavo di tipo 2 (per ricaricare a casa o sul posto di lavoro o in un parcheggio) ed è compatibile con una presa standard 8A o con una presa ad alta potenza 16A (box + presa Green’Up), dimezzando i tempi per ottenere una ricarica al 100% in meno di 15 ore. Il sistema rapido privato o pubblico richiede, invece, l’installazione di una Wall Box a ricarica rapida da 3,7 a 22 kW e un cavo di tipo 3. Il tempo di ricarica da 0 a 100% è di 7 ore e 30 minuti (Wall Box 7,4kW monofase) o di 5 ore (Wall Box 11 kW trifase). La ricarica super rapida con cavo di tipo 4 da una stazione pubblica fino a 100 kW con cavo incorporato nella colonnina permette di ricaricare la batteria da 50 kW all’80% in 30 minuti.


© RIPRODUZIONE RISERVATA