Rotolini salati
alla paprika

Rotolini salati alla paprika

La pàprica è una spezia ottenuta dal peperone che, messo ad essiccare dopo essere stato liberato dalla parte interna bianca, viene macinato fino a ottenere una polvere.

Il peperone fu introdotto in Europa dagli ungheresi, che lo presero dai turchi, che a loro volta lo avevano importato dall’India, sebbene l’origine della pianta sia americana.

Una leggenda racconta che una giovane contadina ungherese costretta con la forza a vivere nell’harem di un pascià turco a Buda avesse spiato a lungo i giardinieri del palazzo mentre coltivavano i peperoni e che, una volta liberata, avesse insegnato ai contadini del suo villaggio a coltivarli.

Nel XIX secolo i fratelli Pálfi di Seghedino togliendo al momento della raccolta tutte le venature interne del frutto, ottennero la cosiddetta paprica dolce. La paprika può essere anche piccante: in quest’ultimo caso viene macinata anche la placenta del peperoncino, ossia la parte interna alla quale sono attaccati i semi (che erroneamente vengono ritenuti la parte più piccante). Però anche il tipo forte non è molto piccante contrariamente a quanto si possa credere fuori dall’Ungheria

In Ungheria il momento del raccolto viene vissuto come un rito gioioso. L’8 settembre le donne vestite con costumi sgargianti raccolgono i peperoni nei campi e, dopo averli infilzati con ago e filo, fanno lunghe ghirlande che appendono a speciali sostegni di legno o ai muri delle case.

Ingredienti per la base

farina 400g
latte 190ml
tuorli 2
burro fuso 100g
sale 10g
lievito secco di birra 5g
zucchero un cucchiaino
paprika dolce 2-3 cucchiai
pepe e origano q.b.

Per farcire

prosciutto cotto 50g
speck 50g
formaggio grattugiato 40g
burro fuso 10g
latte q.b.

Procedimento

Porre in una ciotola farina, zucchero, sale, lievito e spezie. Mescolare velocemente. Unire tuorli, latte e burro fuso. Impastare fino a che non si otterrà un impasto liscio e non appiccicoso.

Porre l’impasto in una ciotola coperto a lievitare per circa 1 ora vicino a una fonte di calore. Stendere l’impasto come un rettangolo, spennellare con burro fuso e farcire con formaggio grattugiato e salumi. Arrotolare l’impasto stringendo bene e tagliare dei dischi di circa 3 cm.

Disporre i rotolini su una teglia non troppo vicini tra di loro e coprire nuovamente la teglia per una seconda lievitazione di circa 30 minuti.

Spennellare con del latte la superficie del prodotto e infornare in forno statico a 180º per 20 minuti circa.

Ricetta presentata da: Giorgia Cavadini, Sara Zonca, Francesco Sfriso, Gabriel Guidone, Alice Gandini di 5ªH

© RIPRODUZIONE RISERVATA