Verso Ginevra 4/ I numeri 130 anteprime mondiali

Verso Ginevra 4/ I numeri
130 anteprime mondiali

Centotrenta anteprime mondiali, 700 mila visitatori attesi da tutto il mondo, rassegne speciali e l’elezione dell’Auto dell’anno 2015. Questi alcuni numeri dell’85ª edizione del Salone internazionale di Ginevra presentato alla stampa italiana a Milano.

Il Salone ginevrino aprirà le sue porte al pubblico dal 5 al 15 marzo prossimi. La premiazione «Car of the year» e due giornate riservate alla stampa precederanno l’inaugurazione del 5 marzo, che avverrà alla presenza del consigliere federale Doris Leuthard. Come ha spiegato il presidente della kermesse svizzera, Maurice Turrettini, circa 130 nuovi modelli e concept cars attendono i 700 mila visitatori nei padiglioni del Palexpo, che sono occupati al completo, sino all’ultimo metro quadrato.

In totale saranno «esposte» circa 900 vetture di oltre 220 produttori, di cui un centinaio rispondono già oggi alle norme europee del 2020 per il contenimento elle emissioni inquinanti. La casa di alta orologeria Tag Heuer renderà omaggio agli oltre 150 anni di sport automobilistico con un’esposizione speciale interattiva dedicata anche al mondo della Formula1 e in particolare al legame storico con McLaren.

Il Salone di Ginevra

Il Salone di Ginevra

Lunedì, 2 marzo, prima dell’apertura al pubblico, i giornalisti si riuniranno per assistere all’assegnazione del Premio «Car of the Year 2015». Sono in lizza sette nuovi modelli: Bmw Serie 2 Active Tourer, Citroen C4 Cactus, Ford Mondeo, Mercedes Classe C, Nissan Qashqai, Renault Twingo e Volkswagen Passat. Seguiranno le due giornate riservate alla stampa, che permetteranno ai 10.000 rappresentanti dei media attesi a Ginevra di scoprire in anteprima le novità che verranno “svelate” dai costruttori. Già ora sono state annunciate circa 130 anteprime mondiali ed europee. Infine, giovedì 5 marzo avrà luogo la cerimonia d’inaugurazione ufficiale ed il Salone aprirà le sue porte a tutto il pubblico.

L’unica marca cinese a Ginevra, Qoros, è presente per il terzo anno consecutivo. Arrivano per la prima volta anche molti preparatori di auto di lusso e designers (Radical Sportscars, Scuderia Cameron Glickenhaus, ED Design, Phiaro, Segula) mentre Borgward, un costruttore pressoché centenario, festeggerà la sua rinascita proprio in terra elvetica. Infine, i modelli che non emettono oltre 95 g di CO2/km saranno elencati in un prospetto a parte, che é stato realizzato in collaborazione tra il Salone dell’Auto e SuisseEnergie e che sarà disponibile, come la guida per il visitatore, agli ingressi del Salone.

Una sezione é interamente riservata ai fornitori di accessori ed a quelli che producono equipaggiamenti per il primo impianto. Ginevra, infatti, costituisce anche l’occasione per porre sotto i fari dei riflettori tutto il settore automotive, con la sua offerta ed i suoi servizi nel campo delle forniture degli accessori, delle parti di ricambio e degli equipaggiamenti, anche per i garagisti.

Il Salone sarà aperto al pubblico per undici giorni, dalle 10 alle 20 durante la settimana e dalle ore 9 alle ore 19 nei weekend. Uno sconto del 50% sul prezzo del biglietto sarà praticato a tutti coloro che entreranno dopo le ore 16. Per agevolare il viaggio circoleranno numerosi treni speciali, che arriveranno e partiranno da Ginevra Aeroporto. Le Ferrovie federali svizzere proporranno biglietti combinati (viaggio e ingresso al Salone) a tariffe ridotte.

Il visitatore che arriverà in auto sarà assistito sia dal personale preposto allo smistamento sia dalla Polizia locale verso uno dei tredici parcheggi che si trovano nell’area intorno al Palexpo. Le navette assicureranno il collegamento tra le diverse aree di sosta e l’ingresso principale del Salone dell’Auto che si colloca tra i «Top 5» del mondo. Tra l’altro è l’unico Salone con cadenza annuale ad essere riconosciuto dll’Oica (l’Organizzazione Internazionale dei costruttori di automobili).

Daniele Vaninetti


© RIPRODUZIONE RISERVATA