Martedì 02 Febbraio 2010

Torneo di Kung-Fu a Finale Ligure
3° posto per Dimensione Shaolin Suisio

Alla presenza di quasi 200 atleti si è svolto il VI Torneo di Kung-Fu Tradizionale Città di Finale Ligure e la provincia di Bergamo è stata rappresentata dalla Dimensione Shaolin , sezione della Polisportiva Suisio Onlus, con il proprio Maestro Carminati (Medolago) nel corpo Arbitrale e 9 atleti a tentare la sorte in una fredda domenica nella Riviera di ponente. Con i suoi 5 ori, 5 argenti e 3 bronzi il gruppo ha portato il proprio stemma Aquila e Drago sul terzo gradino del podio della classifica a squadre per la specialità Forme Taolu e dimostrative.

L’oro più meritato è andato al giovanissimo Alberto Farina (9 anni di Carvico) che nonostante la rigida temperatura del doppio palazzetto dello sport ligure, ha scaldato il cuore dei suoi compagni e, soprattutto, dei suoi genitori con la sua determinazione e preparazione che gli ha permesso di battere una ventina di bambini della fascia di età 8-10anni, esibendosi con la forma a mani nude “piccola mano rossa” a cui a fatto seguito nel tardo pomeriggio un ottimo terzo posto nella forma imitativa dei 5 animali. Il vice accompagnatore della giornata nonché atleta veterano Marco Gentile (studente di Suisio) ha collezionato medaglie di tutti i colori, conquistando il primo oro con il bastone lungo forma codificata 4 linee, già vincente alla gara L’isola di Kung-Fu del 13 dicembre scorso, mentre il secondo oro è arrivato con una superlativa Imitativa Leopardo. Argenti ottenuti rispettivamente con la Sciabola nella forma del Fiore di Susino ed il secondo con il Liang Jie Gong (nome cinese del più noto occidentale Nunchaku). Non poteva mancare il bronzo ottenuto con la prima forma esibita, la mani nude del “colpo di cannone”.

La sesta ed ultima specialità è stata presentata con la novità della stagione, il novizio Riccardo Pesenti di Verderio. I due si sono esibiti per la prima volta come coppia del combattimento prestabilito che, anche se non è stata premiata con il podio, ha comunque ben figurato gettando le basi per un futuro positivo. Il lecchese si è rifatto con un buon argento nella prima figura dello stile Shaolin, Lian Huan Quan. Il terzo oro della giornata è stato conquistato dal gigante di Sotto il Monte Antonio Perico che ha battuto l’avversario di Casatenovo in due round, per poi tornare velocemente alla pedana di forme dove ha ottenuto l’argento nella imitativa animali, battuto solo dal compagno di squadra Gentile, e il bronzo nella forma armi lunghe Yin Shou Gun. L’ultimo oro della rappresentativa della provincia di Bergamo è andato ad una conferma degli atleti emergenti, a Lisa Alborghetti di Chignolo che ha portato per la seconda volta in gara la Wu Xing Quan dimostrando come la stessa forma possa essere migliorata a distanza di poche settimane tra una gara e l’altra.

Il medagliere è stato completato dall’undicenne Simona Farina (Bonate Sotto) premiata con l’argento nella forma dei 5 animali, battuta solo quindi dalla compagna di allenamento Lisa. Premiati dal gruppo per la buona prestazione, anche se terminati sul podio solo per la foto del Team di Suisio, l’ottimo Lorenzo Cappello (Carvico), il quattordicenne Alex Mocciaro (Medolago) che ha dovuto aprire i giochi con la prima gara della giornata, ed ancora da Carvico l’atleta Andrea Farina, partecipante anche se non in piena forma a causa dei postumi dell’influenza. La classifica delle Società partecipanti ha visto vincitrice ancora una volta il Centro Studi Kung-Fu Ferno Varese per le Forme Tradizionali, e Kodokan di Alessandria per il Combattimento Tradizionale, ma il Gruppo di Suisio si è distinto per il piccolo seguito di famigliari, tifosi determinati anche se molto corretti, che hanno dato una marcia in più ai loro ragazzi dimostrando grande affiatamento e passione per una realtà fatta di sport ed etica.

e.roncalli

© riproduzione riservata