Mercoledì 12 Maggio 2010

Giro, maglia rosa a Nibali:
Liquigas vince la cronosquadre

La formazione della Liquigas-Doimo ha vinto la cronosquadre da 33 chilometri con partenza da Savigliano ed arrivo a Cuneo, quarta tappa del Giro d'Italia, la prima su territorio italiano dopo la tre-giorni in Olanda. Conclusa la tre giorni di trasferta olandese, da dove il Giro d'Italia 2010 è scattato, la maglia rosa è sulle spalle di Vicenzo Nibali davanti ad altri due italiani: Ivan Basso, in ritardo di 13 secondi, e Valerio Agnoli a 20 secondi.

Una vittoria nella crono a squadre che rafforza i convincimenti sulla propria reale forza e che alla fine mette in cima alla classifica due uomini di grosso calibro come Vincenzo Nibali e Ivan Basso. Per la Liquigas si tratta di un colpo doppio, che alimenta speranze di vittora finale, regala al ciclismo italiano un protagonista di oggi e di domani (Nibali) e riconsegna al ciclismo mondiale un campione come Ivan Basso.

«Siamo molto contenti, abbiamo disputato un'ottima prova, i ragazzi sono stati eccezionali - ha detto il varesino, da stasera secondo in classifica -. Credo che con i tecnici abbiamo gestito al meglio lo sforzo, ci sono state date indicazioni precise, ogni atleta sapeva dove doveva dare il meglio. Direi che sono orgoglioso della mia squadra, sono stati fantastici nei primi due giorni in Olanda ed ancora oggi dimostrato di essere dei grandi. Credo fortemente in questo Giro, siamo in ottima posizione, abbiamo l'atleta giovane italiano più forte in maglia rosa e perchè no potrebbe vincere anche lui alla fine. Ci sono anche io in ottima posizione e questo mi permetterà di lottare per il titolo. Con Vincenzo saremo una coppia che darà spettacolo per tutto il pubblico. Io e lui insieme cercheremo di portare la maglia rosa per la Liquigas fino a Verona. Ho lavorato tantissimo per raggiungere questo obiettivo e tutto sta procedendo per il meglio». Eppure, il bello e il difficile di questo Giro deve ancora arrivare.

r.clemente

© riproduzione riservata

Tags