Sabato 21 Agosto 2010

Colantuono soddisfatto:
«Primo obiettivo centrato»

Alla vigilia era stato chiaro: alla prima giornata più del gioco contano i tre punti. E contro il Vicenza i tre punti sono arrivati e il tecnico dell'Atalanta Stefano Colantuono non può che essere soddisfatto dell'avvio della sua seconda avventura sulla panchina nerazzurra. «La vittoria era importante, è fondamentale partire bene. In campo ho visto cose buone e cose meno buone, ma alla fine abbiamo ottenuto quello che volevamo». Cosa non le è piaciuto? «Abbiamo sofferto troppo sulle palle inattive e abbiamo rischiato troppo. È una questione di attenzione perché tutto ciò che abbiamo concesso è arrivato da azioni a gioco fermo. Il Vicenza è partito bene e ci ha subito creato due problemi, però l'Atalanta ha fatto tanto: ha segnato due gol, ha sbagliato un rigore e ha creato altre occasioni, su tutte quella di Tiribocchi». Dove si può migliorare? «Quando i problemi arrivano dalle palle inattive è una questione di attenzione e l'attenzione non la puoi allenare, la puoi solo stimolare. Comunque se c'è da correggere qualcosa la correggeremo». L'Atalanta comunque alla fine si è mostrata superiore. «Fra Atalanta e Vicenza ci sono differenze di valore, ma all'inizio della stagione si vedono meno. Sono convinto che con il passare del tempo i valori emergeranno e si vedranno partite di altro tipo». La città ha risposto con grande entusiasmo: stadio pieno il 20 di agosto. «È stata una bellissima accoglienza, ma non mi stupisce perché so che la gente di Bergamo è straordinaria». Guardando al campionato, tutti vi danno per favoriti. «L'Atalanta ha le carte in regola per fare un campionato di un certo tipo. L'importante è riuscire a gestire la stagione con tranquillità anche nei momenti difficili. Se ci riusciremo, sono convinto che arriveremo lontano».

Ovviamente soddisfatto anche il presidente Antonio Percassi che ha raggiunto il suo primo obiettivo: stadio pieno. «Conosco bene il territorio, so quanta passione c'è, e so che i bergamaschi sono grandi appassionati. L'obiettivo stadio pieno è stato raggiunto, ora vogliamo raggiungere il record assoluto di abbonati». E la partita? «Volevamo vincere, la nostra squadra non era al cento per cento ma siamo comunque riusciti a portare a casa i tre punti. E sono contento non solo per il risultato, ma per le cose che ha fatto la squadra». La stagione è partita nel migliore dei modi. E il futuro? «Non ci sono alternative: vogliamo salire e abbiamo fatto investimenti importanti per riuscirci. Fra il dire e il fare c'è di mezzo il mare, perché ci sono squadre molto competitive e il campionato è lungo. Ma noi faremo di tutto per arrivare fino in fondo».

fa.tinaglia

© riproduzione riservata