Giovedì 24 Febbraio 2011

Mondiali di fondo in Norvegia
Pasini e Gullo pronti a sognare

Quarantacinque anni dopo lo storico bronzo vinto dalla staffetta 4x10 km con Giulio Deflorian, Franco Nones, Gianfranco Stella e Franco Manfroi nell'edizione 1966, l'Italia del fondo guarda con fiducia ai Mondiali di sci nordico ospitati da giovedì 24 febbraio nuovamente sulle storiche piste olimpiche di Holmenkollen, la collina di Oslo ritenuta la patria del fondo. Il calendario si apre con la gara sprint (l'evoluzione del fondo) e si chiuderà la storia dello sci nordico (50 km).

E già giovedì 24 febbraio per la squadra azzurra potrebbero arrivare le prime gioie. Nella sprint la bionda forestale Arianna Follis è chiamata a difendere il titolo iridato vinto a Liberec 2009. Allora l'Italia conquistò anche l'argento con Marianna Longa nella 10 km tecnica classica e per due volte il bronzo con il binomio Follis-Longa nella staffetta sprint in tc e Giorgio Di Centa nella combinata-maratona (pursuit). Stavolta sarà affiancata da Magda Genuin (già sul podio in Coppa) e dalle giovani Elisa Brochard e Gaia Vuerich.

Ma c'è anche un bergamasco che sotto sotto fa sogni iridati: Renato Pasini. Il ragazzone di Gromo, 33 anni, partecipa pure lui alla sprint a tecnica libera: l'obiettivo minimo è l'approdo alle semifinali. Una volta raggiunte nulla vieta di sognare un piazzamento sul podio in caso di grande performance. Ne è all'altezza, lo dicono i risultati stagionali. Entrambe le gare sprint, maschile e femminile, verranno trasmesse in diretta dalle 15 su Raitre ed Eurosport.

Martedì 2 marzo l'altro orobico, Giovanni Gullo, gareggerà nella 15 km a tecnica classica. Sognare non è vietato nel fondo e piacevoli sorprese potrebbero arrivare.

Per saperne di più leggi L'Eco di Bergamo del 24 marzo

fa.tinaglia

© riproduzione riservata