Lunedì 08 Agosto 2011

Successo per la Corrida di Zogno
Tre keniani si prendono il podio

A cantare sotto la pioggia sono Kiprono Bill Boniface e Fatma Maraoui. Sono loro i vincitori della quattordicesima Corrida di San Lorenzo di Zogno. Edizione bagnata ma comunque fortunata quella organizzata dall'Atl. Valle Brembana: il pubblico non ha fatto mancare il proprio affetto e per gli appassionati di atletica non c'è stato certo da annoiarsi.

Da pronostico a monopolizzare la 8 chilometri maschile è stato un trio keniano. Ha vinto, Kiprono Bill Boniface che al quinto giro ha salutato Sugut e al settimo, con passo da gazzella, ha lasciato solo con la propria ombra l'altro connazionale Biwutt. I nostri? Ottavo Antonio Toninelli, dodicesimo Giovanni Gualdi, ritiro all'ultimo giro per Migidio Bourifa, a recitare una parte da protagonista è stato in primis Simone Gariboldi. Sulle strade amiche il 24enne di San Giovanni Bianco ha chiuso al quarto togliendosi lo sfizio di tenersi dietro gente del calibro di Ploner (sesto) e Crespi (undicesimo): «Di più era difficile fare, ritmi troppo alto sin dall'inizio - ha detto al termine il campione italiano dei 3000 indoor – la mia stagione? Peccato per l'infortunio di febbraio che mi ha tenuto ai box per un po'. A settembre provo i 5000 e poi penso agli Europei di cross».

Per la seconda volta a scrivere il proprio nome nell'albo d'oro della manifestazione (come nel 2005) è stata Fatma Maraoui. Successo netto per la 34enne italo marocchina dell'Esercito (mamma per la seconda volta meno di un anno fa), che a metà gara ha messo il turbo e progressivamente distanziato Agnes Tschurtschenthaler (Forestale). «Con la Corrida c'e un feeling speciale – ha dichiarato alla fine, fresca come una rosa – quest'anno non c'era il tempo materiale di programmare i Mondiali, punto tutto sulle Olimpiadi di Londra 2012». Ancora una parolina tabù per Eliana Patelli, che nel frattempo continua nei suoi progressi: la 32enne di Cene ha chiuso 3ª, con un crono di 1'30" inferiore a quello di un anno fa. Dopo un periodo di allenamento a Livigno proverà l'exploit in una maratona. Più probabilmente a Carpi che ai tricolori di Torino.

Ultima in ordine di menzione ma non d'importanza la Corrida Sprint, gara all'americana sui 250 metri per la categoria allievi. Davanti a tutti gli atleti della società di casa Nicolò Carminati, Nicola Nembrini, Nadir Cavagna e Nicolò Ferrari ai quali Zogno ancora ha riservato fragorosi applausi: pochi mesi fa, tutti quanti, protagonisti nella conquista dei tricolori di corsa in montagna.

fa.tinaglia

© riproduzione riservata