Venerdì 19 Agosto 2011

Manfredini: Mi hanno distrutto
L'avv. Pino: Profonda delusione

«C'è una profonda delusione: mi aspettavo che la Corte federale facesse pulizia di tutto quel ciarpame giuridico che costituisce il castello accusatorio». E' quanto ha detto al nostro sito l'avvocato Salvatore Pino, legale di Doni e Manfredini.

«Con il proscioglimento di Manfredini abbiamo raggiunto la metà del percorso - prosegue l'avvocato -. Ora seguiremo tutta la trafila che ci impone l'ordinamento sportivo, sperando di mettere fine a questa spiacevole vicenda anche per Cristiano». Pino ha poi detto di aver sentito i giocatori, «che stanno pensando ad allenarsi». Doni ha comunque espresso «profonda amarezza». Quanto a Manfredini, l'avvocato ha preferito tenere riservato il contenuto della conversazione. L'Atalanta per ora non ha commentato la decisione della Corte federale, ma appare scontata la decisione di ricorrere al Tnas. La conferma dei sei punti di penalità ha fatto infuriare i tifosi atalantini, che si sono scatenati nei commenti sul nostro sito web. Tanti hanno fatto rilevare l'apparente incongruenza tra il proscioglimento di Thomas Manfredini e la mancata riduzione della penalizzazione ai danni del club.

Raggiunto dai microfoni di Sky, Manfredini ha detto: «Ho vissuto due mesi che mi hanno distrutto come persona per una cosa assurda e che non ho fatto. Non lo auguro neanche al peggior nemico. Come ho accolto la sentenza? Ero al campo, ho gioito con i compagni, anche se è stata una gioia a metà per via di Doni e dell'Atalanta che sono ancora penalizzate. I 6 punti dovrebbero essere ridotti? Dovrebbe essere così, ma non posso sapere le motivazioni, certo due-tre punti sono vitali per una squadra come la nostra. Come sono finito in questa inchiesta? Me lo sono chiesto tante volte e non ho trovato una spiegazione logica, credo che la persona che mi ha accusato non abbia la coscienza pulita».

e.roncalli

© riproduzione riservata