Martedì 29 Novembre 2011

Atalanta, venerdì l'udienza
Memorie Figc senza novità

È racchiusa in 31 pagine la difesa - da parte della Figc - dei sei punti di penalizzazione inflitti all'Atalanta dalla Corte di giustizia federale nel processo di 2° grado sul calcioscommesse. È stata resa nota lunedì 28 novembre, è indirizzata al Tnas e servirà per l'udienza di venerdì 2 dicembre, quando a Roma si svolgerà il processo di terzo grado, l'ultimo previsto dalla giustizia sportiva.

Riepiloghiamo la vicenda: il 1° giugno è partito dal Tribunale di Cremona un nuovo Calcioscommesse. L'Atalanta è stata coinvolta per tre partite: Ascoli-Atalanta 1-1, Atalanta-Piacenza 3-0, Padova-Atalanta 1-1. Mentre la giustizia ordinaria sta ancora oggi svolgendo le sue indagini, la giustizia sportiva ha avviato il suo procedimento e ha già chiuso due dei tre gradi di giudizio previsti.

Nel primo la Commissione Disciplinare ha inflitto 6 punti di penalizzazione all'Atalanta e condannato Doni a tre anni e mezzo di squalifica per illecito sportivo (realizzato) in Atalanta-Piacenza 3-0 e Manfredini a tre anni di squalifica per tentato illecito sportivo in Ascoli-Atalanta 1-1.

In secondo grado poi la Corte di giustizia federale ha assolto Manfredini, confermato la squalifica di Doni (tre anni e mezzo) e, a sorpresa, confermato il -6 all'Atalanta. A sorpresa perché si considerava automatica la riduzione di due punti. Invece è rimasto il -6 perché la posizione di Doni è stata giudicata più grave che in primo grado.

L'Atalanta e Doni hanno quindi fatto ricorso al Tnas, è stato nominato il collegio arbitrale, dopo aver fallito il tentativo di conciliazione il collegio stesso ha fissato il calendario che porterà al lodo, cioè al verdetto. I legali di Doni e dell'Atalanta hanno presentato la loro memoria difensiva, la Figc ha proposto le sue contro-memorie.

La prima in replica a Doni, della quale abbiamo già dato conto, la seconda in replica all'Atalanta, ed è quella di cui stiamo scrivendo. Le parti si ritroveranno il 2 a Roma. Il collegio arbitrale avrà poi quasi due mesi di tempo per decidere. Il termine ultimo è il 31 gennaio, ma il lodo arriverà entro metà gennaio.

In estrema sintesi, nel documento l'avv. Letizia Mazzarelli dello studio Medugno difende i sei punti di penalizzazione inflitti all'Atalanta difendendo il principio della responsabilità oggettiva e spiega perché non ci sia stata la riduzione della penalizzazione.

Leggi di più su L'Eco di martedì 29 novembre

m.sanfilippo

© riproduzione riservata