Martedì 23 Luglio 2013

Ardemagni, bomber con la valigia
Che però si esalta con il 4-3-3

Intanto, per non sbagliare, si è preso il numero dei bomber. Poi si vedrà. Matteo Ardemagni è sospeso sul filo del mercato ma intanto ha già cominciato a segnare per l'Atalanta. Con il 9 sulle spalle, perché lui e il gol sono una cosa sola: l'ha riscoperto nell'ultimo campionato a Modena e ora è ripartito subito col piede giusto.

Due gol alla Gandinese, il secondo in rovesciata, altri due sfiorati. Non pesano vista la categoria dell'avversario, ma intanto li ha fatti. E mentre il mercato continua a nominarlo, il bomber di Milano come lo chiamavano a Modena, lancia segnali.

Se il futuro è un'incognita, il presente ha riconsegnato all'Atalanta un giocatore che da questi primi giorni di ritiro appare rinfrancato ma anche motivato. Il 4-3-3 poi è il suo pane. Con il 4-3-3 a Cittadella aveva segnato 22 gol, con il 4-3-3 (utilizzato per gran parte della stagione) a Modena ha fatto anche meglio.

È il modulo a lui più congeniale perché può muoversi su tutto il fronte offensivo e attaccare gli spazi a piacimento. Da qui qualche dubbio in più su una sua partenza, scontata fino a qualche settimana fa. <+tondo>Le probabilità di una cessione, comunque, restano molto alte. E il motivo è semplice: Ardemagni non può rischiare di passare una stagione all'ombra di Denis (senza dimenticare che per lo stesso ruolo c'è anche Livaja).

Leggi di più su L'Eco di martedì 23 luglio

m.sanfilippo

© riproduzione riservata

Tags