Mercoledì 11 Settembre 2013

Meno male che Andrea c'è
Consigli dovrà superarsi a Napoli

Meno male che Andrea c'è. La prima vittoria dell'Atalanta contro il Torino è arrivata grazie a Consigli, il portiere nerazzurro che ha contribuito a salvare il risultato sullo 0-0. Contro il Napoli, in campo al San Paolo sabato 14 settembre alle 20,45, l'estremo difensore nerazzurro dovrà ripetersi contro attaccanti fortissimi.

«Hanno cambiato tanto e hanno un modo di giocare diverso - ha affermato Consigli -. Attaccano con 6-7 giocatori, hanno cambiato la filosofia, ma la qualità è rimasta altissima. Ci credo poco che il trittico di partite ravvicinate possa distrarli. Noi andremo a giocarcela senza partire battuti: ci giocheremo le nostre carte».

Nel mazzo a disposizione di Colantuono c'è l'asse che nelle ultime stagioni ha contribuito moltissimo nelle salvezze atalantine. «Negli ultimi anni sono sempre partito bene, ho voglia e determinazione, spero in un campionato da protagonista per me e per la squadra. Se dovessimo cambiare schema non vedo differenze: il mio compito è parare, qualsiasi numero di difensori abbia davanti. Nelle prime partite abbiamo concesso troppo, serve più filtro, ma miglioreremo, siamo solo all'inizio».

Criticato nei primi anni segnati dal dualismo con Coppola, Consigli ha avuto la fiducia in toto della nuova società atalantina nel 2010, con il suo presidente Antonio Percassi, in serie B. «Sono sempre stato al centro del progetto fin dalla B e a questo io credo. La Nazionale è sempre una speranza, ma ripeto che tutto deve partire da Bergamo».

«Il mercato? Normale che si parli dei portieri emergenti delle medio-basse, ma sono tranquillo. Sono state solo voci, nessuno è venuto a parlarmi. Bergamo è diventata la mia città, mi sento parte del progetto e sono felice».

Simone Masper

m.sanfilippo

© riproduzione riservata

Tags