Venerdì 20 Settembre 2013

Seriate-Sydney: sogno Del Piero
La storia oltreoceano di Bertacchi

A 15mila chilometri da casa Giorgio Bertacchi è stato subito soprannominato Pirlo, e chissà che la cosa non sia di buon auspicio: «Sogno di giocare con Del Piero, a breve mi faranno sapere. Incrociamo le dita».

Da tre mesi, i tacchetti di questo 23enne di Valtesse, hanno incrociato splendori e palloni del campionato di calcio australiano. È il playmaker di centrocampo del Sydney Olympic, militante nella Queensland State League, alias la serie B dei canguri: «Esperienza fantastica sia di vita che di calcio - continua lui, nelle ultime quattro stagioni all'Aurora Seriate (31 presenze e 8 reti nel campionato di serie D 2012-13) -. Qui esistono pochi schemi, all'inizio ho faticato un po' sul piano tattico, ma progressivamente sta andando meglio».

Se è partito è grazie all'assist del procuratore Vince Caligiuri (ex Reggina) che la scorsa primavera gli ha prospettato un'esperienza da emigrante del pallone. Giorgio ci ha pensato il tempo di un tunnel e il 20 giugno ha fatto le valige: «Perché sin da bambino il mio sogno è fare il calciatore professionista, e in Italia non c'era la possibilità di riuscirci - continua lui, cresciuto nel settore giovanile dell'Atalanta (sino alla Primavera con Bonaventura e Gabbiadini) -. Meglio qui, dove pagano settimanalmente (fra i cadetti, in media 1000 dollari australiani a settimana, circa 700 euro ndr) e sto facendo un'esperienza bellissima».

All'orizzonte c'è un provino con il club Fc Sydney, la prima squadra della capitale, quella di cui l'icona, nonché nuovo capitano, è sua maestà Alessandro Del Piero: «Pur essendo atalantino nel dna giocare con lui sarebbe un sogno - continua Bertacchi -. A breve mi faranno sapere se vogliono visionarmi per un provino e io ci spero tanto».

Leggi di più su L'Eco di venerdì 20 settembre

m.sanfilippo

© riproduzione riservata

Tags