Cancelli aperti al C.S. Italcementi
protagonisti gli ex di Alpe e Celana

Cancelli del palazzetto del Centro sportivo Italcementi aperti questa sera per ospitare i protagonisti di Alpe e Celana che, nel corso degli anni, hanno regalato agli appassionati del basket orobico la serie A1 e la A2.

Cancelli aperti al C.S. Italcementi protagonisti gli ex di Alpe e Celana

Cancelli del palazzetto del Centro sportivo Italcementi aperti questa sera per ospitare i protagonisti di Alpe e Celana che, nel corso degli anni, hanno regalato agli appassionati del basket orobico la serie A1 e la A2. Una rimpatriata festosa promossa da Massimo Lentsch, titolare della Comark spa, da un paio di mesi sponsor della Virtus che milita nell'ex campionato di C.

Nel celebrare la ricorrenza dei trent'anni della salita dell'Alpe nella massima divisione nazionale, Lentsch intende creare i presupposti per rilanciare a Bergamo la pallacanestro d'èlite. Una manifestazione, quella odierna, inedita che ha avuto una immediata e calorosa risposta da parte di coloro che hanno indossato le casacche dei due club cittadini. Si tratterà di un vero e proprio ritorno al passato con in campo e ai bordi di giocatori dal biglietto da visita altisonante ma altrettanto gradita sarà la presenza di chi non è andato oltre i rispettivi settori giovanili o che ha poi giostrato nelle categorie inferiori.

Agli orgaznizzatori stanno pervenendo parecchi messaggi di ex allenatori e giocatori impossibilitati ad essere della partita. Lungo è l'elenco pertanto ne ricordiamo qualcuno come Flavio Carera (impegnato con la nazionale old 40, campione del mondo) Carlo Recalcati e Lino Lardo,Sigei Kupec, Eligio Derossi. Del ricordo di Ciuck Jura ne abbiamo parlato ieri. Anche l'arbitro internazionale Paolo Mazzoleni avrebbe tenuto tanto ad aderire visto che fino ai diciotto anni aveva militato tra gli juniores del Celana.

Appropriato lo slogan coniato per l'evento “Le glorie del basket bergamasco tornano in campo”. Testimonial dell'evento il mitico presidentissimo della storica Alpe, Dante Signorelli, che alzerà la palla a due insieme a Gianbattista Begnini per oltre tre lustri al timone del Celana, ereditato dal leggendario Don Franco Maggioni. A testimoniare sul parquet dell'arena di via Statuto il passaggio tra il passato e il presente saranno i cestisti della Virtus (dalla prima squadra alle formazioni giovanili) che sfileranno ad uno ad uno a partire dalle 19,30.

Arturo Zambaldo

© RIPRODUZIONE RISERVATA