Mercoledì 02 Ottobre 2013

L'Atalanta Club Pisani ok
Ennesimo trofeo a Longarone

Sabato 28 settembre nella splendida cornice delle Dolomiti si è disputata la 32ª edizione del torneo di calcio over 40 «Città di Belluno-Memorial Paolo Zampieri» che quest'anno, in occasione del 50° anniversario della tragedia del Vajont, si è svolto al stadio comunale di Longarone e inserito all'interno di una serie di manifestazioni commemorative.

La manifestazione, organizzata sotto la perfetta regia di Ubaldo Lanari della ACV Belluno Calcio, si è aperta con tutte le squadre presenti al cimitero di Fortagna per un omaggio alle vittime della tragedia del Vajont. Il torneo ha visto la partecipazione di 9 squadre quali: Torino (rappresentativa di Azieglio), Ancona (rappresentativa di Jesi), Vicenza, Atalanta (Club Pisani), Belluno, Sassari, Padova, Ravenna e Longarone.

Nelle qualifiche l'Atalanta si aggiudicava l'accesso alle semifinali battendo la formazione del Belluno con un sonante 3- 0 e imponendosi anche sull'Ancona per 1-0. In semifinale ancora Atalanta vincente contro il Torino per 4-1 e poi la vittoria in finale proprio contro i padroni di casa del Longarone, sfida finita 3-2 dopo i calci di rigore.

Grande soddisfazione per Chicco Midali, presidente del Club Pisani, e Alessandro Rota, presidente dell'Atalanta Club Pisani, per il successo ottenuto a Belluno. Si tratta di una vittoria prestigiosa tra i tornei over 40, che segue quest'anno i successi già ottenuti vincendo la Coppa Pisani a Castiglione della Pescaia, il Trofeo Città di Grosseto, il Memorial Rota-Midali- Pisani Città di Bergamo, e anche un secondo posto alla coppa Vercelli.

Risultati che premiano l'impegno di tanti «ragazzi over 40» che da anni, grazie all'ispirazione e all'impegno del compianto Vittorio Rota, tengono vivo il ricordo di Chicco Pisani e della fidanzata Alessandra Midali, rappresentandolo in diversi tornei nazionali con le maglie ufficiali dell'Atalanta, gentilmente fornite dalla dirigenza atalantina, alla quale va il ringraziamento della squadra, che le indossa con orgoglio.

m.sanfilippo

© riproduzione riservata

Tags