Venerdì 01 Novembre 2013

Giudice sportivo: ammenda
di otto mila euro all'Atalanta

Il giudice sportivo ha inflitto una giornata di squalifica a 12 giocatori di serie A. I giocatori squalificati per espulsione dal campo di gioco sono: Cuadrado (Fiorentina) con ammenda di 2.000 euro per simulazione, Guarente (Catania), Maggio (Napoli), Murru (Cagliari), Zaza (Sassuolo). Mentre quelli squalificati, sempre per una giornata, perché erano già diffidati sono: Cana (Lazio), Castan (Roma), Hetemaj (Chievo), Pinzi (Udinese), Schiattarella (Livorno), Stendardo (Atalanta) e Vives (Torino). I calciatori diffidati sono: Luci, Coda, Greco e Rinaudo (Livorno); Balotelli, Montolivo e Muntari (Milan); Citadin Martins (Sampdoria); Pinilla (Cagliari); Pjanic (Roma).

Per quanto riguarda le società, ammenda di 10 mila euro al Cagliari, di 8 mila euro all'Atalanta e di 5 mila euro all'Inter. L'ammenda all'Atalanta è stata comminata «per avere suoi sostenitori, nel corso della gara, acceso numerosi petardi, fumogeni e bengala nel proprio settore e lanciato tre petardi nel recinto di gioco». Quella all'Inter «per avere suoi sostenitori, nel corso della gara, acceso nel proprio settore alcuni bengala».

Infine, il presidente del Catania Antonino Pulvirenti è stato inibito fino al 2 dicembre dal giudice sportivo «a svolgere ogni attività in seno alla Figc a ricoprire cariche federali e a rappresentare la società nell'ambito federale», perché durante l'intervallo della partita, «nel tentativo di accedere alla zona riservata agli spogliatoi, accompagnato da persone non munite di autorizzazione», aveva «colpito con una spinta uno steward, che, conseguentemente, doveva ricorrere alle cure dei sanitari».

m.sanfilippo

© riproduzione riservata

Tags