Lunedì 16 Febbraio 2009

A Sarajevo, 25 anni fa
l'oro olimpico di Paola Magoni

Venticinque anno dopo il primo oro olimpico italiano dello sci alpino femminile conquistato dalla bergamasca Paola Magoni, Selvino e lo Sci club locale organizzano una giornata-evento a ricordo di quella straordinaria impresa avvenuta a Sarajevo, il 17 febbraio 1984. Il programma prevede alle ore 15 il parallelo di sci sul monte Purito con gli Sci club bergamaschi; alle 18,30 finali del parallelo e, a seguire, le premiazioni alla presenza di Paola Magoni e di altri campioni dello sci. Nella sala congressi, filmato-rievocazione della vittoria di Paola Magoni a Sarajevo. Durante la serata verrà premiato anche il selvinese Giancarlo Cortinovis, vicecampione del mondo pasticceri, titolo conquistato a Lione.

LA CONQUISTA DELLA MEDAGLIA D’ORO
Paola Magoni esordì, nel 1980, a 16 anni, nella Coppa del mondo di sci alpino, classificandosi al 14° posto nello speciale di Piancavallo. Il 17 febbraio 1984 vinse lo slalom speciale dei Giochi olimpici di Sarajevo, il primo oro olimpico dello sci alpino femminile italiano. Alla fine della prima manche era terza, a pari merito con la francese Perrine Pelen: la Magoni si impose nella seconda, vincendo la gara con 91 centesimi di vantaggio sulla Pelen. Paola Magoni aveva 19 anni e la vittoria a Sarajevo rappresentò una sorpresa, dato che l’atleta bergamasca non aveva al suo attivo nemmeno un piazzamento sul podio nelle gare di Coppa del mondo: fino ad allora il miglior piazzamento era stato un sesto posto. Un mese dopo, nello slalom di Jasna, in Cecoslovacchia, arrivò anche il primo podio di Coppa del mondo, un terzo posto, e il 14 gennaio 1985 conquistò anche la sua prima e unica vittoria in Coppa del mondo, nello slalom di Pfronten, in Germania. Il 9 febbraio vinse la medaglia di bronzo, sempre nello slalom, ai Mondiali di sci alpino 1985 di Bormio. Oggi lavora in un negozio di articoli sportivi. Info: tel. 335.476182 (organizzazione) 035.765959 (ufficio turistico) www.comunediselvino.it apt@comunediselvino.it

e.roncalli

© riproduzione riservata