Giovedì 05 Marzo 2009

Gran Fondo «Gimondi»
Sopralluogo all'«Orrido»

L’Orrido della Val Taleggio, un nome che agli appassionati della Gran Fondo Internazionale Felice Gimondi ricorda un paesaggio a dir poco inquietante. Una gola stretta, lunga circa 3 chilometri, che si fa strada a fatica nelle viscere della montagna, tra strapiombi che finiscono nel torrente Enna e spuntoni di roccia che d’inverno ospitano stalattiti di ghiaccio.

È da qui che lunedì scorso Felice Gimondi e Cristian Cominelli, tricolore Under 23 di ciclocross, hanno deciso di iniziare il loro sopralluogo. Attraversato dai ciclisti che domenica 17 maggio sceglieranno due dei tre percorsi (medio e granfondo) della granfondo, è uno dei punti preferiti dal grande campione bergamasco che ne apprezza sempre l’atmosfera particolarmente suggestiva ed ancora incontaminata. Questo breve tratto conduce ai Comuni di Sottochiesa, Olda e Peghera, in un lento avvicinamento alla Forcella di Bura.

È proprio da qui che, secondo lo stesso Gimondi, potrebbe partire la fuga decisiva, capace di portare al successo finale. Gli allenamenti del passato lo hanno portato spesso in questa valle, di cui è riuscito ha cogliere tutta la bellezza e l’unicità. Grazie a lei ha potuto vivere emozioni intense, le stesse che prova ancora oggi ogni volta che ci ritorna. A lui l’Orrido non fa per niente paura.

Per informazioni, iscrizioni e notizie sulla Gran Fondo Internazionale Felice Gimondi, rivolgersi a: Gran Fondo Internazionale Felice Gimondi Via G. Da Campione, 24/b – 24124 Bergamo Tel. 035 211 721 Fax. 035 422 7971

a.ceresoli

© riproduzione riservata