Mercoledì 20 Maggio 2009

Atalanta: caccia a Barreto e Donati
Allenatore: Beretta o Di Carlo

Edgar Osvaldo Barreto e, forse, anche Massimo Donati. L’Atalanta prepara il restyling del suo centrocampo. Perché in uscita ci saranno i due gemelli Luca Cigarini e Tiberio Guarente, amici per la pelle e destinati a lasciare l’Atalanta a fine stagione ma con destinazioni diverse.

L’Atalanta ha individuato nel 24enne paraguaiano della Reggina il rinforzo ideale per la sua linea mediana. La probabile retrocessione dei calabresi favorirà la partenza di Barreto e l’Atalanta ha già fatto più di un sondaggio. C’è da limare qualcosa sull’ingaggio, a quanto pare uno degli ostacoli in questo momento, ma non insormontabile. E il tetto salariale è lo scoglio da superare anche per riportare a casa Donati.

Il friulano piace molto al ds Osti e farebbe carte false pur di tornare all’Atalanta, a maggior ragione ora che è diventato da qualche giorno papà per la seconda volta. Bergamo è il posto ideale per la sua famiglia per crescere il suo secondogenito. Al Celtic vive da separato in casa, dunque gli scozzesi lo lasceranno andare senza troppe pretese.

Resta il nodo ingaggio, il friulano in Scozia guadagna 1,2 milioni per le prossime due stagioni, ma per tornare a Bergamo pare disposto a tagliarsi in maniera consistente lo stipendio (un taglio del 40%) per venire incontro alle esigenze dell’Atalanta. Dal canto suo però anche la società nerazzurra dovrebbe fare un passo per venire incontro a quelle del friulano che più di tanto non si può tagliare lo stipendio. Anche perché nel frattempo sul giocatore si sono mosse anche Parma e Sampdoria.

Intanto anche su facebook l’argomento richiama interesse e il gruppo creato per riportare Donati a Bergamo ha già superato i 500 iscritti. In uscita ci sono Cigarini e Guarente che hanno società importanti alle loro spalle. Per Cigarini il Napoli ha leggermente aumentato l’offerta per avere la metà atalantina del cartellino del regista emiliano: quasi 5 milioni e la seconda metà del cartellino di György Garics. Su queste basi l’affare può andare in porto. Un’ulteriore conferma sono le dichiarazioni di Alessandro Ruggeri a Radio Marte: «Non ci sono problemi con il Napoli, anzi ci sono ottimi rapporti. È nostra intenzione trattenere Garics, per Cigarini vedremo a fine campionato».

Tre società di primo piano seguono con interesse Guarente: si tratta di Fiorentina e Genoa in Italia e del Siviglia in Spagna. Ma ora si attende la fine della stagione. Fiorentina e Siviglia faranno la Champions, il Genoa farà l’European League ma gode di una grande disponibilità economica dopo la cessione di Thiago Motta e Milito all’Inter.

L’Atalanta non vorrebbe privarsi anche di Guarente, ma se dovesse arrivare un’offerta importante, attorno ai 5 milioni di euro, anche il toscano potrebbe partire. Chi potrebbe restare, dopo le recenti prestazioni positive, è Francesco Parravicini. L’Atalanta infatti sta valutando se esercitare il diritto di riscatto per la comproprietà già fissato con il Parma che dal canto suo dovrebbe riscattare la metà di Alessio Manzoni.

Sul fronte allenatore ora si parla soprattutto di Mario Beretta e Domenico Di Carlo, ma non sono escluse sorprese. Gigi Del Neri, invece, pare vicinissimo alla Sampdoria dove prenderà il posto di Walter Mazzarri.

m.sanfilippo

© riproduzione riservata