Mercoledì 01 Luglio 2009

Giochi del Mediterraneo a Pescara
Belotti è ok: dopo l'oro, il bronzo

Mentre martedì sera giungeva la notizia della medaglia d’oro della squadra maschile di ginnastica artistica, griffata dagli atleti di origine bergamasca Matteo Morandi e Alberto Busnari (davanti a Francia e Spagna), la Bergamo sportiva aveva da qualche ora già festeggiato un’altra medaglia, quella di bronzo di Marco Belotti nei 200 stile.

Il nuotatore di Trescore ha chiuso in 1’47"29 dietro i tunisini Oussama Mellouli e Ahmed Mathlouthi. «Forse - commenta Belotti, oro lunedì nella 4x200 insieme con l’altro bergamasco Emiliano Brembilla - avrei potuto togliere qualche decimo al mio tempo, ma sono soddisfatto di come sono andate le cose: ci può stare in questo periodo, con i Mondiali alle viste. Tenevo al podio perché i Giochi del Mediterraneo sono una competizione importante, e sono contento, oltre che per il terzo posto conquistato dietro ai due tunisini, soprattutto di aver preceduto il mio connazionale Gianluca Maglia (giunto quarto a 12 centesimi da Marco, ndr), che mi aveva battuto ai campionati italiani».

Da segnalare che l’orobico Filippo Bergamaschi è il nuovo, provvisorio leader del torneo maschile di golf: l’azzurro con un giro in 72 colpi ha sorpassato il francese Mayel Oueld Ed Cheikh. L’Italia è terza nella classifica a squadre.

L’avventura di Elena Scarpellini ai Giochi del Mediterraneo si è rivelata un buco nell’acqua. Nella gara dell’asta, l’unica donna bergamasca in gara nell’atletica ha infatti concluso al sesto posto. Posizione a parte, a stupire in negativo è stata la prestazione: la 22enne di Zanica in forza all’Aeronautica, accreditata di un 4 metri e 36 centimetri di tutto rispetto, in gara non è andata oltre i 4 metri.

«Colpa mia, questione di testa, inutile cercare altri alibi – ha commentato lei dopo i tre errori a 4,10 - dopo un buon inizio (percorso netto a 3,80 e 3,90) s’è spenta la luce e non sono più riuscita a ritrovare il bandolo della matassa». C’è riuscita invece la greca Nikoleta Kyriakopoulou, vincitrice in 4,50 (record dei giochi). Terza l’altra italiana in gara, Anna Giordano Bruno (4,35).

m.sanfilippo

© riproduzione riservata

Tags