Atalanta, 7 gol per iniziare a Rovetta Ed è subito Barrow show - Foto e video
Gomez e Barrow a Rovetta

Atalanta, 7 gol per iniziare a Rovetta
Ed è subito Barrow show - Foto e video

Barrow, Ilicic, Gomez. La prima sgambata dell’Atalanta 2018/2019, terminata 7-0 contro la Rappresentativa Valseriana, ci lascia in eredità un tema vecchio, quello degli ultimi mesi della scorsa annata, con i tre giocatori offensivi atalantini già in buona forma.

Qualche gol di troppo è stato sbagliato ma adesso conta poco, basta mettere benzina nelle gambe e affinare l’intesa. Così è stato, con Ilicic nei panni di uomo assist per Barrow prima e viceversa e lo stesso gambiano che offre a Gomez la palla per il gol più bello della giornata. Non sono stati schierati in campo i vari Berisha, Gollini, Petagna, Gosens. Varnier, Cornelius, Freuler e Bettella tra lavori differenziati ed infortuni, oltre ad Haas che è rimasto in panchina.

Largo punteggio come da previsione per l’Atalanta impegnata nella sfida che dà il via alla stagione contro la Rappresentativa Valseriana. I primi 45’, alla presenza del presidente Antonio Percassi in panchina e dei dirigenti Spagnolo e Zamagna, si sono conclusi con i nerazzurri avanti 5-0.

La prima rete del 2018/2019 porta la firma di Musa Barrow, che al 9’ lanciato da Castagne beffa l’incolpevole portiere. Al 13’ assist perfetto di Ilicic per lo stesso Barrow che si ripete per il 2-0. Un minuto dopo ancora un contropiede nerazzurro, con Barrow che ricambia il favore al compagno e a porta vuota la mette dentro con un comodo piattone su cross da sinistra.

Al 28’ Mancini fa partire l’azione e lascia a Gomez, che affonda nella difesa avversaria, scambia al volo con Barrow e allo stesso modo la mette alle spalle del portiere seriano. Il 5-0 è di Palomino al 31’, su corner da sinistra di Gomez. Nel finale doppio intervento di Radunovic su due colpi di testa pericolosi di Gotti e Birolini. Nella ripresa Toloi di testa sugli sviluppi di una punizione da sinistra di Traore, mentre Traore fissa il risultato finale sul 7-0 siglando la sua prima rete in maglia nerazzurra. Due reti annullate nella ripresa per fuorigioco a Valzania e Masiello.

La sorpresa di giornata? Amad Diallo Traore, classe 2002 che il prossimo 11 luglio compirà 16 anni: naturalmente è prestissimo per sognare in grande, ma se questo è l’inizio si tratta di un altro tra i gioielli nerazzurri del futuro. Il prossimo test sarà sabato 14 luglio alle 17 contro il Brusaporto e il giorno seguente a Clusone con il Chiasso.


© RIPRODUZIONE RISERVATA