Atalanta, che festa per i 110 anni Ad Almè 300 tifosi al Club Amici

Atalanta, che festa per i 110 anni
Ad Almè 300 tifosi al Club Amici

A festeggiare i 110 anni di vita dell’Atalanta sono corsi all’oratorio di Almè circa 300 supporter del Club Amici dell’Atalanta. Tre le sezioni promotrici dell’evento Dea Dalmen, Lupi del Serio di Pradalunga e Regina delle provinciali di Mozzo.

Per la società atalantina sono intervenuti il giovane difensore centrale Bastoni, il dirigente del settore giovanile Giancarlo Finardi e la responsabile della comunicazione Elisa Persico. Anche gli ex atalantini Oliviero Garlini, Oscar Magoni e Luigino Pasciullo non hanno voluto mancare ad una ricorrenza certificatamente di peso.

Una serata all’insegna dell’euforia figlia del primato nel girone della Coppa League e del più che positivo comportamento in campionato. In ogni caso il valore aggiunto dell’incontro è dovuto al fatto che il ricavato è stato devoluto alla benemerita Associazione Amici della pediatria dell’ospedale Papa Giovanni di Bergamo. Il ritrovo è stato l’occasione per premiare Carla «Carlina» Marra che dopo 37 anni consecutivi di indelebile fedeltà all’ Atalanta (nel settore impiegatizio) ha raggiunto l’età della meritatissima pensione. Per il Centro coordinamento degli «Amici» che ha approvato in pieno l’iniziativa c’era il presidente Lazzarini il quale si è complimentato vivamente con gli organizzatori.

A nome dei colleghi degli altri due club (Maria Rosa Madaschi e Osvaldo Terzi) il numero uno della sezione di Dalmine, Ivan Preda, rivolgendosi ai presenti ha voluto brindare «al significativo compleanno della Dea», aggiungendo: «In un numero così numeroso non è da tutti. Evidentemente gli ottimi risultati del Papu Gomez e compagni stanno contribuendo a cementare la passione e l’ottimismo anche se l’attaccamento nei confronti della società presieduta da otto stagioni sportive da Antonio Percassi lo si è da sempre toccato con mano».


© RIPRODUZIONE RISERVATA