Sabato 24 Gennaio 2004

Atalanta-Fiorentina, profumo di serie A

ATALANTA - FIORENTINA

Il girone di ritorno del campionato cadetto riparte con una sfida (Comunale di Bergamo, ore 15) che ha il sapore della serie A. I nerazzurri di Mandorlini, imbattuti battistrada della serie B, affrontano la regina del mercato invernale con rinnovate e gioustificate ambizioni di promozione. E’ un banco di prova importante per ambedue le contendenti: sia per un’Atalanta ormai lanciata verso un pronto ritorno nel massimo campionato nazionale; sia soprattutto per una Fiorentina che, staccata di sei lunghezze dalla zona promozione, non può permettersi ulteriori passi falsi che la costringerebbero a ridimensionare le proprie ambizioni. Se non perderà, l’Atalanta eguaglierà il suo record della più lunga serie positiva in un campionato di serie B, stabilito nel campionato 83-84 quando alla guida della formazione c’era Sonetti.

Sul fronte nerazzurro, intanto, è sempre emergenza infortuni. Mister Mandorlini deve fare i conti con le assenze, così in difesa troveranno spazio il brasiliano Santos e il senegalese Sarr al posto di Gonnella. Completeranno il reparto difensivo Rustico a destra e Smit a sinistra. A centrocampo giocheranno Zenoni, Bernardini e Marcolini, mentre si va verso la conferma al centro dell’attacco di Pazzini (nella foto), affiancato da Gautieri e Pinardi.

Sul fronte opposto, l’allenatore Cavasin dà la carica ai suoi: «Riuscire a fare bene a Bergamo - afferma - ci darebbe ancor più la convinzione di essere finalmente sulla strada buona. Certo, contro questa Atalanta, dovremo essere umili e perfetti e, come ho detto ai miei giocatori, superarci». Finora in trasferta la Fiorentina non ha brillato. Appena cinque i punti conquistati, frutto di altrettanti pareggi, ottenuti in 11 partite.

Scarica il file delle formazioni

LIVORNO - ALBINOLEFFE

Doppia tegola in casa AlbinoLeffe alla vigilia del match in Toscana. Christian Raimondi, in un primo momento convocato per Livorno, è rimasto a casa, messo ko dall’influenza che lo ha appiedato venerdì pomeriggio. Con Raimondi fuori causa anche Riccardo Colombo, depennato in extremis dall’elenco dei convocati per il persistente dolore alla caviglia destra. Con l’assenza di Raimondi e Riccardo Colombo, e quelle annunciate di Araboni e Alberto Colombo, Gustinetti si ritrova con la rosa ridotto all’osso. Confermato il consueto 4-4-2, le novità rispetto alla gara contro il Napoli sono il rientro di Carobbio a centrocampo e l’inserimento di Gori sulla fascia destra, con Morfeo a sinistra. In difesa confermato Teani al centro in coppia con Sonzogni, con Biava a destra. Testini partirà dalla panchina, dove troverà spazio per la prima volta anche Serrapica. In trasferta l’AlbinoLeffe non vince dalla gara di Avellino del 16 novembre (3-0 con tripletta di Bonazzi).

In Toscana l’undici di Gustineti troverà un’avversaria obbligata a centrare il bersaglio pieno, dopo le due sconfitte di fila - in casa contro il Vicenza e a Palermo - che ne hanno rallentato la corsa verso la serie A. Il Livorno è così scivolato fuori dalle prime cinque posizioni della classifica.

Scarica il file delle formazioni

(24/01/2004)

u.negrini

© riproduzione riservata

Tags