Atalanta, Luca Cigarini ha detto «sì»

GUARDA LA SCHEDA DI CIGARINI

Atalanta, Luca Cigarini ha detto «sì»

Cigarini c’è, Floccari pure. Il centrocampista ha detto sì, l’attaccante è considerato incedibile. La notizia del giorno è che giovedì sera Luca Cigarini ha sciolto le sue riserve. La notizia è stata confermata anche dall’Atalanta sul proprio sito Internet. Dal ritiro di Coverciano il regista emiliano poco prima delle 20 di giovedì ha chiamato il suo agente Giovanni Bia e ha accettato la proposta dell’Atalanta. L’ottimismo era dunque giustificato: il sì è arrivato. Contratto quadriennale, cinque milioni di euro pagabili in tre anni al Parma per la comproprietà. L’Atalanta dunque mette a segno un grande colpo, il fiore all’occhiello da esibire nel prossimo campionato che impreziosice il centrocampo. Cigarini sarà a disposizione di Del Neri ad agosto inoltrato, finite le Olimpiadi. Ma l’Atalanta ieri ha ribadito ancora l’incedibilità di Sergio Floccari . In giornata s’erano diffuse voci contrastanti, nate da un equivoco: una cena mercoledì sera tra il ds atalantino Carlo Osti e il neo direttore sportivo del Palermo Walter Sabatini. In realtà i due dirigenti sono ottimi amici dai tempi della Lazio, non è stata una cena di lavoro. L’Atalanta in ogni caso non è disposta a considerare la cessione dell’attaccante e non sta pensando assolutamente a Cacia del Piacenza come eventuale sostituto di Floccari. «Smentisco la notizia. Non ho parlato con l’Atalanta per Cacia», ha ribadito l’agente Francesco Romano.Per il centrocampo è spuntato il nome di Nico Pulzetti del Livorno. È un giocatore molto apprezzato da Gigi Del Neri e l’Atalanta l’ha inserito nella lista dei possibili rinforzi. Il Livorno ha chiesto 2,5 milioni per la comproprietà. I nerazzurri intanto seguono sempre la pista che porta a Piermario Morosini del Vicenza. Atalanta e Ascoli sono ancora distanti per Stefano Guberti , nonostante i marchigiani abbiano abbassato leggermente le loro richieste. Ora Guberti è valutato 2,5 milioni di euro, ma l’Atalanta non è disposta a pagare troppo un giocatore che tra un anno si può liberare gratis e così tra domanda e offerta c’è ancora un milione di euro di distanza. Il Chievo, terzo incomodo, ne potrebbe approfittare. L’Ascoli ha chiesto anche il prestito di Marino Defendi.I nerazzurri intanto hanno piazzato due giovani. Dario Bergamelli è passato ufficialmente in prestito al Verona in Prima divisione (ex serie C1). Il terzino destro della Primavera Simone Perico (classe ’89) è invece andato al Poggibonsi in Seconda divisione (ex C2). Sono infine emersi problemi per il passaggio in prestito alla Triestina dell’esterno Michael Cia , l’anno scorso alla Sambenedettese ma di proprietà di Atalanta e Sudtirol. L’esterno piace anche al Rimini.LA SCHEDA DI CIGARINI

© RIPRODUZIONE RISERVATA