Atalanta, ora testa al campionato. A Verona per continuare a sognare

Non sarà certo il flop in Champions a farci dimenticare la vittoria con la capolista Napoli di soli sette giorni fa che ha confermato i nerazzurri nella rosa delle quattro squadre che ambiscono a conquistare lo scudetto.

Atalanta, ora testa al campionato. A Verona per continuare a sognare

Bene, ripartiamo da qui, dal 3 a 2 a Napoli per rituffarci nel campionato giunto alla sedicesima giornata (ne mancano tre al giro di boa). Il calendario spedisce i nerazzurri domenica 12 dicembre, alle 15, a Verona contro l’undici allenato da Igor Tudor (che da calciatore fu nazionale croato e vinse due scudetti alla Juventus). Per essere completamente soddisfatti non si può che puntare ai tre punti. I numeri sono chiaramente a favore dei ragazzi del Gasp.

In classifica i nerazzurri sono quarti, mentre il Verona è decimo staccato di ben undici lunghezze. Po il c’è il gioco e soprattutto la grande condizione del bomber Zapata capace di tenere sulle sue spalle tutto l’attacco orobico.

Gli scaligeri vantano un attacco molto prolifico con i 32 gol contro i 35 dei nerazzurri. Sarà sotto esame il reparto arretrato atalantino, dunque, dopo le leggerezze che hanno caratterizzate evidenziate nel primo tempo nella sfida col Villarreal. Purtroppo non ci sarà lo squalificato Malinovsky senza contare il erdurare dell’assenza di Gosens in Germania per la riabilitazione del lungo forfait muscolare. Nel caso di vittoria a Veronane usufruirà eccome una graduatria dalla quale ci attendiamo sorprese o meglio sorpresone...

Arturo Zambaldo

© RIPRODUZIONE RISERVATA