Lunedì 27 Dicembre 2004

Atalanta: pochi giocatori, troppe partite da preparare

L’Atalanta ha ripreso a lavorare a ranghi ridotti. Tra coloro che per forza di cose hanno mancato l’appuntamento c’é anche il medico sociale, Claudio Rigo, che si trovava in vacanza alle Maldive colpite dal maremoto ed è rimasto bloccato. Il sanitario dell’Atalanta ha telefonato in società annunciando il suo rientro per domani.

Agli infortuni di Bernardini e Mingazzini si è aggiunto un Albertini influenzato che è rimasto a casa. Non è arrivato nemmeno Budan, sottoposto mercoledì scorso a Roma ad un piccolo intervento chirurgico di pulizia al ginocchio. Rientrato in Croazia per trascorrere il Natale con la sua famiglia, Budan ha continuato ad allenarsi con il suo preparatore atletico annunciando comunque per domani il suo rientro in Italia.

L’Atalanta in questo momento è quindi in carenza di uomini, considerando che sono già stati ceduti Pià, Gautieri e Saudati. L’allenatore Delio Rossi si trova con gli uomini contati, visto che al momento nemmeno Rustico è disponibile, perché deve fare un lavoro separato di preparazione per poter ovviare ad un problema muscolare.

Dopo le partenze, si aspettano quindi gli arrivi, di Delvecchio in primis, ma anche di Piangerelli, Fantini, Fusani Calaiò. La setssa società ha ammesso che intorno ai nomi circolati in questi giorni c’é un interessamento attivo, ma che esistono difficoltà a chiudere le trattative anche per la particolare circostanze delle vacanze natalizie. Certa è l’urgenza assoluta di rinforzi per l’Atalanta: il calendario dei nerazzurri presenta un gennaio fitto di appuntamenti con, nei primi 23 giorni, oltre ai quattro incontri di campionato, la partita di recupero con il Messina e una partita di Coppa Italia con la Juventus.

(27/12/2004)

fa.tinaglia

© riproduzione riservata

Tags