Domenica 31 Agosto 2014

Atalanta-Verona finisce senza gol

Esordio in campionato così così

Il portiere dell'Atalanta Marco Sportiello interviene salvando sull'attaccante del Verona Jankovic
(Foto by Magni Paolo Foto)

ATALANTA-VERONA 0-0

ATALANTA (4-4-1-1): Sportiello 7; Zappacosta 6,5, Biava 6, Benalouane 6, Dramè 6; Estigarribia 6,5 (37’ st Spinazzola sv), Carmona 6, Cigarini 6, Bonaventura 5,5; Maxi Moralez 5,5 (29’ st Boakye 5,5); Denis 5,5 (15’ st Bianchi 5,5). All. Colantuono. In panchina: Frezzolini, Stendardo, Cherubin, Raimondi, Del Grosso, Bellini, Migliaccio, Grassi, D’Alessandro.

VERONA (4-3-3): Rafael 6; Martic 6, Marquez 6,5, Moras 6,5, Agostini 6; Obbadi 6 (29’ st Ionita sv), Tachtsidis 6, Hallfredsson 5,5 (17’ st Lazaros 5,); Gomez 5,5 (38’ st Nico Lopez sv), Toni 6, Jankovic 6. All. Mandorlini. In panchina: Benussi, Golini, Luna, Marques, Valoti, Rodriguez, Soerensen, Nenè.

Arbitro: Rizzoli di Bologna 6.

Non è stato un esordio in campionato spumeggiante per l’Atalanta che è stata fermata sullo 0-0 dal Verona allo stadio Comunale di Bergamo. Match abbastanza bloccato, senza fiammate e con poche palle-gol.

Il dato positivo è stato rappresentato dalla conferma della solidità difensiva (i nerazzurri non hanno ancora incassato una rete inglobando anche amichevoli e Coppa Italia) e dalla prestazione decisamente confortante di Sportiello che ha sventato un gol nel primo tempo dimostrando di poter essere il degno erede di Consigli. Ok anche Zappacosta.

Il dato negativo è stato invece costituito dallo scarsissimo numero di palle-gol costruite. Nel primo tempo nessuna, nel secondo tempo una con il tandem Estigarribia-Moralez (tiro alto dell’argentino al 3’ st) più una nel finale con Boakye maldestro nell’intervenire di testa (è stato ammonito per fallo di mano al 41’ st) su una pennellata di Cigarini su punizione.

È stato più pericoloso il Verona, confermatosi rivale scorbutico, sia pure orfano delle accelerate di Iturbe: una chance limpidissima con Jankovic nel primo tempo (con la parata, respinta di piede, già ricordata di Sportiello al 23’ pt), una altrettanto ghiotta con Toni di testa nella ripresa (14’) più l’azione contorta al 35’ st quando non si è capito se l’arbitro abbia fermato il gioco e Sportiello è stato comunque ancora super su Gomez.

I nerazzurri non hanno brillato in fase di costruzione (Cigarini sufficiente ma nulla più, insufficiente Bonaventura - forse ha risentito delle voci del calciomercato - per citare i due centrocampisti più talentuosi) e anche l’attacco si è rivelato impalpabile. Proprio per tentare di imprimere una scossa, mister Colantuono ha cambiato nella ripresa sia Denis, sia Moralez inserendo Bianchi e Boakye, ma nemmeno la doppia mossa del tecnico in attacco ha regalato maggiore incisività all’Atalanta. Che non è mai riuscita a cambiar passo. Ecco perché non c’è stata alternativa al pareggio.

Marco Sanfilippo

CRONACA

Scatta il campionato e l’Atalanta sfida il Verona allo stadio Comunale di Bergamo sperando di centrare subito un risultato positivo contro un avversario che nello scorso torneo le aveva sottratto sei punti su sei. I bergamaschi però hanno mantenuto inalterata la loro intelaiatura, pur cambiando radicalmente la difesa, mentre il team allenato da Mandorlini ha perso diversi giocatori fondamentali come Iturbe e Romulo.

Nell’Atalanta gioca Sportiello in sostituzione di Consigli, ceduto proprio ieri al Sassuolo, e davanti a lui in difesa l’unico superstite tra i titolari del 2013/14 è Benalouane, peraltro spostato al centro a fianco di Biava. i due esterni sono Zappacosta e Dramè. Inalterati centrocampo e attacco. Sulla fascia a sinistra c’è ancora Bonaventura, anche se Jack potrebbe essere ceduto nell’ultimo giorno di calciomercato.

Nel Verona attenzione all’intramontabile Toni, punta di diamante di un tridente formato anche da Gomez e Jankovic, mentre a governare la difesa sarà un altro grande vecchio, il messicano Marquez, protagonista in quattro Mondiali. E parlando di Mondiali, ad arbitrare il match è Rizzoli che ha diretto la finale tra Germania e Argentina.

Primo tempo

21’: traversone basso da sinistra di Agostini e deviazione imprecisa di Toni. È la prima palla-gol abbastanza seria del match.

23’: doppia parata (bellissima la prima) di Sportiello che salva la sua porta di piede su rasoterra di Jankovic e infine blocca il tentativo di Toni.

25’: Rafael sbaglia il rinvio, palla a Moralez che passa a Denis, ma la potenziale insidiosa azione sfuma subito.

35’: ammonito Hallfredsson.

43’: Cigarini smarca in area sulla sinistra Dramè che cross rasoterra in area, ma non c’è nessun nerazzurro presente all’appuntamento e Jankovic libera in corner. Poteva essere una chance molto ghiotta per l’Atalanta.

45’: fine primo tempo, Atalanta-Verona 0-0. Verona più intraprendente ed è stata sua l’unica vera palla-gol della partita, sventata da Sportiello, Atalanta un po’ lenta e farraginosa, senza nessuno spunto fiammeggiante.

Secondo tempo

1’: nessun cambio in avvio di ripresa.

3’: incursione in area sulla destra di Estigarribia che crossa e Moralez, in agguato sul primo palo, calcia alto. È la più bella occasione per l’Atalanta fino a questo momento.

8’: da Moralez in area per Denis, anticipato di un soffio da Marquez.

14’: palla vagante in area atalantina, brivido, Zappacosta libera in corner.

14’: sul calcio d’angolo susseguente da sinistra, Toni è libero di schiacciare di testa, ma angola eccessivamente l’incornata e così l’Atalanta si salva.

15’: entra Bianchi per Denis.

17’: entra Lazaros per Hallfredsson.

25’: ammonito Lazaros.

29’: entra Ionita per Obbadi.

29’: entra Boakye per Moralez.

35’: Jankovic stende platealmente Estigarribia, ma Rizzoli non interviene, l’azione continua, Gomez in area si libera fallosamente di Dramè e si presenta da solo davanti a Sportiello che neutralizza il rasoterra. Non si è capito bene se Rizzoli abbia interrotto il gioco per sanzionare il secondo fallo, se l’azione è stata considerata regolare l’Atalanta ha corso un rischio enorme.

37’: entra Spinazzola per Estigarribia.

38’: entra Nico Lopez per Gomez.

39’: ammonito Dramè.

40’: ammonito Ionita.

41’: punizione dalla trequarti sinistra di Cigarini, Boakye è liberissimo in area ma riesce soltanto a toccare il pallone con una mano e viene ammonito.

45’: 3’ di recupero.

48’: fine partita, Atalanta-Verona 0-0

© riproduzione riservata