Atalanta, vittoria pesante a Udine Zapata c’è: ora inizia un altro campionato

Atalanta, vittoria pesante a Udine
Zapata c’è: ora inizia un altro campionato

Comincia un altro campionato, adesso. Non è solo la vittoria: è che adesso, e definitivamente, questa squadra ha fatto suo Duvan Zapata.

Comincia un altro campionato, adesso. Non è solo la vittoria: è che adesso, e definitivamente, questa squadra ha fatto suo Duvan Zapata. Oppure Duvan Zapata è diventato una volta per tutte un giocatore di questa squadra. “Dentro” questa squadra. Chissà quanto merito abbia avuto il cambio di Empoli, quello che sembrava sbagliato e all’origine di quella sconfitta clamorosa, e che forse ha dato a Zapata quella benzina in più. Fatto sta che quattro gol in due partite dicono molto, e rilanciano l’autostima della squadra.

Non era scontato vincere a Udine, perché in trasferta non è mai facile, perché l’Udinese non è uno squadrone, ma nemmeno robaccia. E s’è visto: hanno rimontato, hanno rischiato di pareggiare, prima che i nerazzurri chiudessero il conto. Invece, pur non impressionando, l’Atalanta ha portato a casa i tre punti e una grande notizia: il centravanti che fa gol, adesso c’è. Perché lo sappiamo: il grandissimo investimento estivo, fin qui non aveva convinto. Lui, ma anche il suo inserimento nella tattica della squadra. Troppo avanti, o troppo indietro, lui che nei piedi ha i gol, non il “gioco” che faceva Petagna. Ora, il cerchio è chiuso. Zapata gioca con e per la squadra, e soprattutto tira in porta, la trova, e fa gol. Quattro in due partite sono una notizia, oltreché punti per la classifica. Zapata c’è, l’Atalanta trita punti. E quando non sei al massimo, conta questo.


© RIPRODUZIONE RISERVATA