Campo ghiacciato a SestoNiente amichevole per l’Atalanta

Campo ghiacciato a SestoNiente amichevole per l’Atalanta
Niente amichevole per l’Atalanta: a causa del ghiaccio sul campo di Sesto San Giovanni, la squadra bergamasca è rientrata in città. A prendere la decisione è stato l’arbitro Matteo Russo di Milano in accordo con i due capitani dopo aver fatto un sopralluogo del terreno di gioco dello stadio Breda. Il campo era ancora ghiacciato e per evitare il rischio di infortuni si è optato per non giocare la partita, nonostante molti tifosi avessero già comprato il biglietto.
Del Neri aveva scelto questo undici: Coppola tra i pali, Rivalta, Talamonti, Capelli e Bellini in difesa, Cerci, Cigarini, Guarente e Padoin a centrocampo, Doni trequartista alle spalle di Vieri. In panchina tutti gli altri, ad eccezione di Floccari (tenuto a riposo precauzionale dopo l’affaticamento di sabato) e naturalmente di Costinha e D’Agostino. Cigarini, a riposo da due mesi dopo l’infortunio, non ha avuto quindi occasione di entrare in campo. Il pensiero è quindi ora già rivolto al Palermo, la prima squadra che l’Atalanta incontrerà nella ripresa del campionato domenica 11 gennaio.

L’Atalanta avrebbe dovuto giocare la sua amichevole contro la Pro Sesto, formazione attualmente nona nel girone A della Prima divisione della Lega Pro (ex C1). L’osservato speciale sarebbe stato dunque Luca Cigarini, a cui Gigi Del Neri intende dare spazio in prospettiva della ripresa del campionato. Cigarini si era procurato la rottura del legamento collaterale mediale del ginocchio destro il 26 ottobre nella gara di campionato contro il Milan, ma adesso è parso pienamente recuperato.

L’altro motivo di interesse di questa amichevole sarebbe stato Federico Peluso. Per l’ex difensore dell’AlbinoLeffe sarebbe stata la prima vera partita in maglia nerazzurra, visto e considerato che i 45’ con il Brusaporto del 18 dicembre fanno decisamente poco testo, sia per la portata dell’avversario sia perché il giocatore era al suo primo giorno di Atalanta.

Intanto sul fronte mercato l’Atalanta è tornata alla carica per un suo vecchio pallino, Francesco Parravicini. Potrebbe essere lui la pedina di completamento del centrocampo. Visti i buoni rapporti con il Parma la pista non è assolutamente trascurabile, anche se la contropartita tecnica offerta in un primo momento dai nerazzurri, proprio D’Agostino , non soddisfa le esigenze degli emiliani. Ma l’affare può andare in porto anche in altri termini. Per D’Agostino s’è fatta avanti anche la Cremonese, ma bisognerà vedere se l’ala accetterà di scendere in Prima divisione. In settimana ci saranno novità anche per quanto riguarda Giacomo Bonaventura . Atalanta e Pergocrema hanno già raggiunto un accordo di massima per il prestito, ma manca ancora qualche tassello per chiudere l’operazione. Si attendono novità anche per Alessandro Sgrigna del Vicenza. Marino Defendi , Alessio Manzoni , ma forse anche D’Agostino, le possibili contropartite tecniche. L’acquisto, infine, di Simone Cavalli sembra allontanare Michele Marconi dal Frosinone: alla finestra resta sempre il Grosseto.

(04/01/2009)

© RIPRODUZIONE RISERVATA