Chiara, eleganza e potenza - Video Seconda al «Lithuanian Throwdown»
A sinistra, Chiara Rota

Chiara, eleganza e potenza - Video
Seconda al «Lithuanian Throwdown»

La giovane bergamasca ha conquistato un prestigioso piazzamento nella gara di Crossfit

Gentil sesso, certo, ma capace di fare i numeri. Come Chiara Rota, giovane bergamasca che si è piazzata al secondo posto nel durissimo «Lithuanian Throwdown», gara di crossfit internazionale che si è tenuta lo scorso weekend a Vilnius, capitale lituana. Chiara è allenata da coach Juri Ambrosioni (lo conoscete, ogni settimana ci aiuta a tornare in forma grazie ai suoi consigli di fitness), e ha conseguito un prestigiosissimo secondo posto. Ecco il suo racconto, tratto da Facebook, con tanto di video della performance.

Coach Juri Ambrosioni e Chiara Rota

Coach Juri Ambrosioni e Chiara Rota

«Pensare che questa gara mi é capitata per caso sotto il naso. Io e Juri abbiamo deciso di farla, quasi per gioco e ci siamo qualificati, io come 2ª, lui come 29º. Partiamo verso quest’avventura in Lituania e io parto con il pensiero che sono seconda, che tanti puntano su di me e credono in me. Questa cosa mi ha un po’ fregata, oltre al fatto di non avere zuccheri in corpo. Infatti, il primo wod lo faccio veramente male, arrivando penultima. Quindi 9ª. Non vi dico quanto ero demoralizzata. Poi mi sono ripresa sono entrata in gara con la mia testa d’atleta e con consapevolezze diverse! Il 2º wod lo vinco facendo il mio pr sul complex squat snatch-OHS, con 70kg! Da lì nessuno mi poteva più fermare.. Il 3º wod sono arrivata terza a poco dalle prime due; intanto, salivo di classifica! Il 4º wod, be, l’avete visto tutti in diretta. PAZZESCO. La classifica overall parla: 2ª! Seconda! Non lo scrivo per tirarmela, ma perché sono davvero felice...».

«Ma sapete cosa mi rende ancora più felice? Voi che mi seguite, voi che mi tifate, voi che mi dimostrate così tanto affetto. Tanto da pensare di non meritarmelo, perché..chi sono io? Una qualunque ragazza che si allena e ci mette l’anima, che ha fatto del suo sport il proprio lavoro. Una ragazza come tante altre che fanno queste cose! Ma voi ci siete comunque»


© RIPRODUZIONE RISERVATA