Martedì 27 Novembre 2007

Claudio Rivalta fermo per venti giorni

Sembrava un semplice contrattempo, tanto è vero che Del Neri l’aveva comunque convocato confidando di recuperarlo in tempo per la gara con l’Inter. Invece Claudio Rivalta non solo non ha potuto giocare a Milano, ma dovrà saltare ancora tre o quattro partite. Il contrattempo muscolare s’è rivelato invece uno stiramento. L’esame ecografico a cui è stato sottoposto il difensore romagnolo ha infatti evidenziato una lesione di primo grado all’adduttore della coscia sinistra. La prognosi è di una ventina di giorni di stop. Il rischio è che Rivalta rientri solo con l’anno nuovo. Non potrà giocare sicuramente le gare con Napoli (questa domenica), a Torino contro la Juventus (il 9 dicembre) e la successiva partita con il Palermo al Comunale (il 16 dicembre), dopodichè saranno scaduti i 20 giorni di stop previsti dallo staff medico. La data del possibile rientro oscilla tra la trasferta di Livorno del 23 dicembre, l’ultima gara utile prima della sosta natalizia, e il match interno con la Roma del 13 gennaio. E’ chiaro che trattandosi di un infortunio muscolare non si correranno inutili rischi. Rivalta giocherà a Livorno soltanto se la percentuale di rischio sarà pari a zero, altrimenti si aspetterà lo stop del campionato. Con tre settimane di sosta, infatti, è inutile forzare la mano e rischiare di compromettere il recupero per una partita. Con il Napoli Belleri e Manfredini sono in corsa per una maglia. A Milano ha giocato il secondo, ma contro il Napoli non è escluso che possa giocare l’ex laziale, anche per consentire a Bellini di ritornare nella sua posizione naturale. Intanto Costinha è tornato a lavorare con il gruppo. Il centrocampista portoghese, dopo essere stato in campo per quasi un’ora contro il Parma (era il 2 settembre), non ha più giocato, prima per uno stiramento alla coscia sinistra, poi per un fastidio al nervo sciatico e poi per l’operazione al menisco del ginocchio destro. Essendo fermo da così tanto tempo ora dovrà ritrovare la condizione, salterà sicuramente le gare con Napoli e Juventus.In vista della gara con il Napoli Del Neri sa già di dover fare a meno anche di Talamonti, degli squalificati De Ascentis e Inzaghi e di Zampagna, che resta fuori rosa e si allena da solo. Davanti dunque fiducia a Floccari, gli altri attaccantu a disposizione sono Muslimovic e il giovane Marconi, che sta superando i problemi alla caviglia sinistra (ieri terapie, massaggi e cyclette) e che potrebbe recuperare, se per la prima squadra o per la Primavera lo deciderà Del Neri. Restando all’allenamento di ieri, dedicato alla preparazione atletica, oltre agli infortunati, ha lavorato a parte anche Langella, vittima di un leggero affaticamento. (27/11/2007)

e.roncalli

© riproduzione riservata

Tags