Domenica 12 Gennaio 2014

Colantuono: «Eravamo tesi

nella ripresa ci siamo sbloccati»

Colantuono e De Canio si salutano prima della partita
(Foto by Magni)

Stefano Colantuono si gode la vittoria, ma riconosce che l’Atalanta ha incontrato più difficoltà del previsto. «Nel primo tempo eravamo un po’ tesi - spiega - perché la posta in palio era importante. Non riuscivamo a sviluppare bene il nostro gioco, anche per meriti del Catania. Poi nella ripresa tutto è andato meglio».

Elogi per il sostituto di Consigli. «Sportiello è andato bene, però calma. Lasciamolo crescere in tranquillità». Cigarini invece è apparso un po’ sottotono: «In altre partite aveva fatto meglio, ma secondo me ha fatto comunque la sua parte».

Tra i migliori in campo Maxi Moralez, autore del 2-0. «È stato bravo e ha segnato anche un gran gol. Anche Bonaventura nella ripresa si è acceso: lui è uno di quelli che possono fare la differenza. Ma nella ripresa tutti sono andati bene, altrimenti non avremmo vinto. La classifica del Catania è bugiarda. Sono contento per la vittoria, ma guai rilassarci. Siamo solo a fine andata, tutto è ancora da decidere».

Luigi De Canio mastica amaro. Il buon primo tempo l’aveva illuso: «La nostra manovra ci ha portato ad avere occasioni importanti che non abbiamo sfruttato. Sembrava potessimo continuare così. Invece sull’episodio che ha portato al rigore ci siamo lasciati sorprendere da un’azione in velocità. Poi in contropiede loro hanno chiuso la partita. Noi abbiamo reagito, ma il gol è arrivato troppo tardi. Il secondo tempo è stato più equilibrato perché l’Atalanta è cresciuta».

Secondo il tecnico le difficoltà del Catania sono soprattutto psicologiche: «Forse la classifica ci ha condizionato, perché ad un certo punto abbiamo temuto di commettere qualche errore e ci siamo un po’ chiusi. Io in discussione? In Italia chi perde è sempre in discussione. Ma preferisco parlare di come ha giocato la squadra, almeno nel primo tempo. Forse non meritavamo di perdere».

© riproduzione riservata