Domenica 08 Dicembre 2013

Comark, blitz a tavolino a Crema

Adesso a ridosso dalla capolista

Cristiano Masper della Comark

Due punti, senza dubbio alcuno, a tavolino per la Comark a Crema. La gara di sabato sera 7 dicembre è stata sospesa, dagli arbitri, a metà del terzo quarto per il mancato funzionamento delle apparecchiature con il team orobico avanti di 13 lunghezze (46-33).

Punti d’oro per la classifica visto che Masper e compagni si sono riportati a ridosso della capolista Milano, sconfitta sorprendentemente in quel di Saronno. Giudicando la Comark nei 25’ disputati c’è da esprimersi con toni lusinghieri, specie sino all’intervallo si è notata una squadra attenta in difesa e con percentuali al tiro di spessore.

Crema, evidentemente, non si aspettava di trovare avversari così in palla e soltanto dopo il riposo è riuscita a organizzarsi e a mettere parzialmente in difficoltà gli stessi contendenti. Poi, proprio nel momento, in cui i locali avevano ridotto il passivo si è registrata l’inusuale anche se non inedita sospensione.

Ancora una volta a primeggiare nella Comark, l’«americano» Masper con all’attivo 12 punti e 10 rimbalzi. In doppia cifra pure Beretta (10) con anche Bernardi e Mercante nelle vesti di realizzatori (9 punti ciascuno). Mancava di nuovo il convalescente «mangiacanestri» Drusin.

La Comark in virtù di 3 successi consecutivi sembra aver lasciato alle spalle le prestazioni sotto tono di novembre. Salutare, avallata col senno di poi, l’energica presa di contatto dello sponsor Massimo Lentsch con i giocatori, in un primo momento, non del tutto condivisa dallo staff dirigenziale. Attenzione, comunque, a non abbassare nel modo più assoluto la guardia: l’ambizioso, ma alla portata, obiettivo di salire di categoria in tempi ristretti lo vieta eccome.

Arturo Zambaldo

© riproduzione riservata