Domenica 03 Novembre 2013

F1: Vettel è un cannibale
Undicesima vittoria stagionale

Sebastian Vettel sabato non era riuscito a centrare la pole position, superato dal compagno di squadra Mark Webber. Domenica, in gara, il quattro volte iridato si è subito preso la rivincita dominando anche il Gp di Abu Dhabi.

Sul circuito di Yas Marina il tedesco e la sua Red Bull RB9 non hanno avuto rivali ottenendo la undicesima vittoria stagionale a due dal record di Michael Schumacher con la Ferrari. Il suo compagno Webber si è dovuto accontentare della piazza d'onore, ma ad oltre mezzo secondo. Sul terzo gradino del podio Nico Rosberg con la Mercedes. Quarto posto per la Lotus di Romain Grosjean.

Fernando Alonso, partito dalla quinta fila con il decimo tempo, ha concluso con un ottimo quinto posto. Lo spagnolo, montando negli ultimi giri le gomme soft, è stato autore di una serie di sorpassi con vittime illustri come Hamilton con l'altra Mercedes e Di Resta con la Force India. Lo spagnolo ha anche ottenuto il giro più veloce. Ottavo posto per Felipe Massa con la seconda F138.

«Un'altra multa per i doughnuts? Non credo. Oggi, infatti, ho portato la macchina fuori pista prima di fare le "ciambelle". Volevo ringraziare tutti i tifosi presenti sugli spalti. Abbiamo visto in questi giorni tante bandiere tedesche, soprattutto alla curva 11. La macchina oggi era straordinaria: ringrazio per il grande lavoro svolto tutto il mio team e la Renault».

Così, alla conclusione del Gp di Abu Dhabi, il campione del mondo Vettel, che ha centrato il settimo successo consecutivo (l'undicesimo stagionale). «È stato importante avere i miei genitori qui al mio fianco in questo weekend. Da loro ho imparato molte cose. Quando avrò dei bambini mi auguro di riuscire a tramandargli i loro stessi valori. Dedico ai miei genitori il successo odierno», ha aggiunto il pilota tedesco. «Le gomme? Sono estramente sensibili, è vero; ma adesso le controlliamo bene e siamo in grado di ascoltarle e di assecondarle», ha concluso Vettel.

«Avevamo una gara difficile davanti a noi, con molto traffico, abbiamo cercato di sorpassare il più veloce possibile e a volte è andata bene e altre abbiamo perso del tempo. Ma vedendo che il quarto ha avuto un margine di 20-30" su di noi, anche senza traffico non potevamo fare meglio del quinto posto».

È questa l'analisi di  Alonso al termine di un Gran Premio di Abu Dhabi che lo ha visto risalire qualche posizione rispetto all'undicesima di partenza. «Abbiamo salvato un weekend difficile, abbiamo una Mercedes davanti e una dietro, il mio lavoro l'ho fatto e col ritiro di Raikkonen abbiamo contenuto i danni anche con la Lotus».

Lo spagnolo è stato sotto investigazione per quanto accaduto con Vergne all'uscita dai box. «Lì o diventi invisibile o vai fuori pista, vediamo cosa dicono i commissari», ha tagliato corto il ferrarista. Che difatti non ha avuto nessuna penalità a suo carico.

m.sanfilippo

© riproduzione riservata

Tags