Venerdì 29 Aprile 2005

Foppa, parte il confronto con Perugia In palio lo scudetto della pallavolo

La finale del 60° campionato di pallavolo, che assegnerà lo scudetto numero 59 (quello del 2000-01 non venne assegnato), si presenta quanto mai equilibrata. Despar Perugia e Foppapedretti si equivalgono quanto a sostanza, come ha dimostrato l’unico confronto diretto attendibile della stagione: la finale di Coppa Italia. In quell’occasione si impose la Despar al tie-break, ma l’incontro fu estremamente equilibrato. Adesso parte la Gara 1 scudetto: in campo a Perugia, sabato 30 aprile, alle 15.30 (diretta Rai3).La Foppa, uscita dal filtro dei quarti di finale e della semifinale sullo slancio di un confortante crescendo di rendimento, affronta con grande serenità la prima partita - delle possibili cinque - in programma al PalaEvangelisti (ore 15,30, diretta televisiva su Rai3 nel corso di Sabato Sport). Serenità e rispetto dell’avversario nella consapevolezza delle proprie forze. Despar è ottima squadra: ben diretta dalla geniale palleggiatrice brasiliana Fofao, ha nelle cubane Aguero e Francia due bocche da fuoco contro cui i muri finiscono spesso sbriciolati; Barbolini, inoltre, può contare su un altro martello di sicuro rendimento come la polacca Swieniewicz e su due centrali - l’azzurra Simona Gioli e la brasiliana Walewska - di grande affidamento, sia in attacco sia a muro. Se proprio vogliamo trovare un punto debole alla formazione umbra, indicheremmo la ricezione, ma è chiaro che per trasformare questa lacuna in un jolly a proprio vantaggio, la Foppa dovrà essere molto cattiva e continua in battuta.

Da lla sua, la Foppa ha l’abitudine a giocare le finali, bagaglio prezioso accumulato in un decennio giocato ai massimi livelli. Anche questo può aiutare.

(29/04/2005)

a.campoleoni

© riproduzione riservata

Tags