Gagliardini chiede scusa dopo il «rosso» «Errore imperdonabile, è frustrante»

Gagliardini chiede scusa dopo il «rosso»
«Errore imperdonabile, è frustrante»

«Chiedo scusa per il mio imperdonabile errore. E’ stato straziante e frustrante». L’ex atalantino Roberto Gagliardini fa mea culpa sui suoi profili social dopo l’espulsione che ha compromesso la partita contro la Spagna nella semifinale degli Europei Under 21.

Una lettera a cuore aperto in cui chiede scusa a tutti, sentendosi responsabile delle difficoltà degli azzurrini. «È difficile trovare le parole giuste - scrive il centrocampista - le ho pensate a lungo, probabilmente non esistono, allora ho scelto le più sincere possibili. Chiedo scusa, anche se non può bastare a giustificare 2 anni di duro lavoro, di sacrifici da parte di tutti coloro che ci hanno accompagnato in questa esperienza unica. Chiedo scusa per il mio imperdonabile errore, che mi ha costretto a vedere i miei compagni lottare fino all’ultimo secondo in inferiorità numerica, è stato straziante, frustrante. Purtroppo il calcio è anche questo». «E dopo le scuse - continua - restano i «grazie». Grazie a tutti coloro che hanno reso questo Europeo unico, grazie ai magazzinieri, allo staff medico, grazie al Mister e allo Staff tecnico. Grazie a chi ha tifato per noi. Sono orgoglioso di aver fatto parte di questa squadra, e sono semplicemente orgoglioso di essere italiano».


© RIPRODUZIONE RISERVATA