Gallinari perde la testa -  Video Al suo posto il bergamasco Flaccadori

Gallinari perde la testa - Video
Al suo posto il bergamasco Flaccadori

Brutta tegola per la nazionale di basket che si sta preparando per gli Europei. Durante la partita contro l’Olanda giocata domenica sera, Danilo Gallinari ha riportato una frattura della base del primo metacarpo della mano destra.

I tempi di recupero, non compatibili con le attività della nazionale in vista dell’Europeo sono stati stimati in circa 40 giorni. Al posto di Gallinari è stato convocato il bergamasco Diego Flaccadori, 21enne, guardia che è cresciuta nell’Excelsior Bergamo. Ha continuato a giocare a Treviglio e ora è in forza all’Aquila Trento, in serie A.

Un’Italia convincente solo a tratti supera con qualche patema di troppo una combattiva Olanda, arrivata al PalaTrento con pochissima voglia di essere la vittima sacrificale degli azzurri in occasione della finale della Trentino Basket Cup. 66-57 il punteggio con cui i ragazzi di Ettore Messina si aggiudicano incontro e sesta edizione del torneo, trascinati da un Marco Belinelli (14) poi nominato MVP dell’incontro. L’Olanda approccia la gara con notevole energia, trovando in una buona distribuzione offensiva i canestri del sorprendente vantaggio ospite (2-9). L’Italia risponde ovviando ad un attacco un pò statico con le soluzioni di Belinelli (4) e Della Valle (5), andando comunque al primo riposo avanti di misura (16-14). Nel secondo periodo la durezza di Van der Mars (5) e l’atletismo di Kok (4) tengono a contatto i tulipani, almeno fino a quando 5 punti in fila di Danilo Gallinari lanciano la fuga azzurra (27-19). Sul più bello però la stella dei Clippers perde il controllo reagendo in modo scomposto ad un duro contatto a rimbalzo con Kok, finendo per essere espulso.

l campione italiano ha sferrato un pugno fortissimo all’olandese Kok dopo aver rimediato una gomitata al collo. E nel farlo si frattura la base del primo metacarpo della mano destra: per lui 40 giorni di stop e addio Europeo. Un raptus di follia quello che ha colpito l’azzurro espulso poi dall’arbitro, insieme a Kok, e subito trasportato in ospedale per un controllo alla mano dolorante. Il giocatore italiano ha poi chiesto scusa via Fb ai compagni e ai tifosi.

Alla pausa lunga il punteggio recita 30-24 Italia, con azzurri nettamente superiori sotto le plance (25-18) ma penalizzati da scadenti percentuali dal campo (solo 33% da 2). Nel terzo quarto la gara si infiamma. L’Olanda prima aggancia gli azzurri, poi viene ricacciata indietro (47-37 al 38’) da un’Italia ravvivata dalla voglia di Abass (5) e dalla propria superiorità a rimbalzo (39-22). Le triple di Slagter (6) e Leon Williams (9) però tengono però in equilibrio il match, che arriva all’ultima sosta sul 47-44. L’ultimo periodo è una sfida all’Ok Corral.

Nell’Olanda si accende Franke (11), tra gli azzurri Belinelli (14) e Da Tome (6) si assumono le maggiori responsabilità, anche se a firmare il break decisivo è Luca Vitali con 5 punti in fila (59-51). Finisce 66-57 con il PalaTrento a festeggiare gli azzurri.


© RIPRODUZIONE RISERVATA