Gasperini: «Il rinnovo? Una scommessa» Contro il Milan di Caldara: punto sul Papu

Gasperini: «Il rinnovo? Una scommessa»
Contro il Milan di Caldara: punto sul Papu

La conferenza stampa di Gasperini in vista di Milan - Atalanta. Sul rinnovo del contratto: è una scommessa per ripartire.

Dopo due ko ecco l’occasione buona per il riscatto, su un campo che nelle ultime stagioni ha visto l’Atalanta raccogliere un buon bottino. I nerazzurri saranno in campo domenica 23 settembre alle 18 contro il Milan, formazione che ha iniziato la stagione in modo positivo, meglio rispetto proprio ai nerazzurri. Il primo pensiero del tecnico dei bergamaschi Gian Piero Gasperini è sul suo rinnovo di contratto.«È una scelta per ripartire, una nuova scommessa, speriamo un’avventura bella come la prima. Non sarà facile, ma è un’altra opportunità, perchè a Bergamo sto bene e credo che ci sia la possibilità di lavorare bene e non parlo di risultati. È una stagione difficile, un po’ come quando sono arrivato, tante cose sono cambiate, è un po’ come ripartire da zero. In un anno e mezzo abbiamo perso 8 titolari e bisogna ritrovare forza anche nei nostri leader. Per me è ripartire da un nuovo ciclo, quando cambi così tanto la continuità non c’è più».

Parole chiarissime alla fine di settembre, la presa di coscienza che è meglio resettare tutto, senza drammatizzare su due sconfitte, cancellando i sogni d’Europa League e ritornare alla base, a quell’Atalanta che zitta zitta ogni domenica sapeva spostare in avanti la propria asticella dei sogni.

«Resettare e ripartire – ha proseguito Gasperini –: questa è una stagione a rischio, non perché abbiamo perso due partite, ma per tante situazioni è più complicata, c’è da ricostruire, ma è normale, quando cambi tanto sarebbe così anche per una grande. Togliamoci anche sto fattore psicologico post eliminazione, stiamo con i piedi per terra, smettiamo di parlare di Coppa, era più facile difenderla che conquistarla, forse noi per primi abbiamo pensato ad altre cose».

Nel frattempo c’è l’attesa per la sfida di San Siro senza il tecnico squalificato, contro una formazione che tra le sue fila vede anche l’ex nerazzurro Caldara. «Hanno mantenuto il loro organico aggiungendo Higuain, stanno attraversando un buon momento, ma penso a noi: cerchiamo di costruire un’Atalanta che possa fare bella figura con le sue caratteristiche. Abbiamo cambiato qualcosa, serve fiducia negli ultimi metri, abbiamo perso tanti giocatori che facevano gol quelli che sono rimasti non tutti hanno questo adattamento. Dobbiamo fare tutti qualcosa in più».

In ottica formazione tutti recuperati e mister Gasperini punta forte su Papu Gomez, in attesa di capire al meglio Pasalic e Zapata. «Punto molto sul Papu, non è stato un caso quello che ha fatto due stagioni fa. Bisogna inserire al meglio Zapata, recuperare Ilicic, capire Pasalic che non ha le caratteristiche di Kurtic o Cristante. Abbiamo creato poco nelle ultime due, qualcuno può essere affaticato, non ci può stare che finiamo due partite così, questo è un campanello d’allarme importante: non dobbiamo fare sogni di gloria in questo momento».


© RIPRODUZIONE RISERVATA