Il «Mondo» lancia l’Atalanta «Merita di essere in Europa»

Il «Mondo» lancia l’Atalanta
«Merita di essere in Europa»

Mondonico alla festa del Club «Lupi del Serio» insieme a Bonacina e ai giocatori Cristante e D’Alessandro.

È la prima festa dopo la matematica qualificazione in Europa tra i Club Amici dell’Atalanta e di motivi festeggiare ad Alzano Lombardo ce ne sono davvero tanti, davanti a quasi 200 persone. In primis la 1ª cena dei «Lupi del Serio» della presidentessa Mariarosa Madaschi, tra i club più attivi in provincia, l’Europa League conquistata con i giocatori Bryan Cristante e Marco D’Alessandro, insieme a ci fece vivere agli atalantini le emozioni più belle dei 100 anni di storia, Emiliano Mondonico e Valter Bonacina. Presenti alla cena anche l’ex Ferreira Pinto e il massaggiatore Alfredo Adami, oltre a Marino Lazzarini e Arturo Zambaldo per il Club Amici, ad Elisa Persico per Atalanta e a Lara Magoni, tra i membri dello stesso Club.

«Mi avete sempre trattato benissimo, sia da allenatore che ora -sono le parole di Emiliano Mondonico-: è sempre un piacere stare vicino a chi con me lo sarà per sempre. Complimenti a questa Atalanta arrivata dove merita di rimanere e immaginate l’anno prossimo come sarà dura, ma siete bergamaschi e non si molla mai. Mi aspettavo questa qualificazione perché se l’è meritata e anzi, poteva ottenere anche di più. Paragoni con i miei anni? Non ci sono, mi ricordo solo “Emiliano portaci in Europa” ed ora “Gasperini portaci in Europa”. Si possono reggere le due competizioni, perché giocare ogni 3 giorni non comporta niente: sarà fondamentale non snobbare nessuno».

Il Club della Valle Seriana è impegnato nella raccolta fondi con i Missionari Monfortani per una casa famiglia in Perù, collabora con una cooperativa di Albino che si occupa di ragazzi disabili e con la scuola materna di Cornale di Pradalunga, contribuendo ad un corso di nuoto per i bambini.


© RIPRODUZIONE RISERVATA