Martedì 28 Dicembre 2004

Il Real vuole Adriano Via Ronaldo e Raul

È il bomber dell’Inter Adriano il grande colpo di mercato che il presidente del Real Madrid Florentino Perez sogna per l’estate del 2005. Lo scrive il giornale sportivo spagnolo «As», ricordando che «Moratti a suo tempo disse no a Perez anche per Ronaldo , poi le cose andarono come tutti sanno». Secondo «As» il presidente del Real si è innamorato dell’attaccante interista, dalle cui prodezze è rimasto incantato: in particolare Perez è rimasto colpito dalla tripletta che Adriano ha segnato al Messina, match che il presidente del Real ha seguito in televisione durante un suo soggiorno a Venezia. Da quel giorno sono cominciati i contatti con Moratti, intensificatisi quando il Real è stato a Roma per giocare la partita di Champions League contro la squadra di Del Neri. Nella giunta direttiva del 21 dicembre scorso, in cui il Real ha ratificato l’assunzione di Arrigo Sacchi come direttore generale del dipartimento calcio del club, Perez ha comunicato ai consiglieri che i suoi piani prevedono un ringiovanimento dei ranghi, con l’arrivo di giovani stelle che possano però far rimanere il Real competitivo. Possibile la partenza di qualche nome importante, e a questo proposito proprio ieri il procuratore di Raul , Gines Carvajal, ha fatto sapere di aver ricevuto «un’offerta molto interessante dal presidente di un grandissimo club europeo: ma non dirò di chi si tratta». Quanto al Real, ha altri due obiettivi precisi, oltre ad Adriano: si tratta dell’altro brasiliano Robinho (ma per averlo si dovrà liberare un posto da extracomunitario, tramite l’attribuzione della cittadinanza spagnola a Ronaldo, Samuel e Roberto Carlos , o la cessione di uno dei tre) e del centrocampista inglese Gerrard , per il quale ci sarà da battere la concorrenza della Juventus, sempre che il capitano del Liverpool decida davvero di lasciare i Reds.

Per tornare a Ronaldo, si è parlato di una cessione del brasiliano al Milan e di un arrivo a Madrid di Gilardino , ma Ronie ha già detto che in Italia ritornerebbe solo nell’Inter.

Giuseppe Papadopulo sulla panchina della Lazio è l’antipasto di un calciomercato che aprirà i battenti a Milano il prossimo lunedì per chiuderli il 31 gennaio alle 19.

Il suo avvento potrebbe portare dei cambiamenti sulle partenze di alcuni pezzi pregiati come Oddo e Cesar : «La Lazio farà di tutto per tenere i buoni giocatori - ha detto Papadopulo - e tenteremo di valutare le loro prospettive per fare sì che diano il meglio di loro stessi. Non vedo perché non dobbiamo cercare di recuperarli al meglio».

Nessun nuovo acquisto per quanto riguarda la Juventus, stando almeno alle parole dell’allenatore Capello . Ma sul piede di partenza ci sarebbero Tacchinardi , Montero , Iuliano , Legrottaglie e Tudor.

Solo operazioni in uscita per la Fiorentina come ha detto il direttore generale, Fabrizio Lucchesi : «Non abbiamo intenzione e nemmeno bisogno di fare interventi strutturali in questo calciomercato di gennaio. Noi non penseremo di fare attività di mercato fino alla primavera del 2005. Mentre in uscita ci sono 2-3 giocatori che qui non trovano spazio e meritano di giocare». Buso rimarrà alla guida dei viola fino alla fine della stagione, mentre per il futuro Spalletti gode della stima della società: «Mi piace e molto - ha detto Lucchesi -. A parte la stima professionale, siamo cresciuti insieme, nello stesso paese». A giugno, poi, verranno discusse le comproprietà di Maresca e Miccoli (25) con la Juventus? «Cercheremo - ha concluso Lucchesi - di far coincidere le nostre aspettative con le loro, ma ne parleremo a giugno non a gennaio. La Juventus ha diritto di riscatto per Chiellini ? Non c’è alcun diritto di riscatto inevitabile per la Juve. E davanti abbiamo sei mesi di campionato».

Dal continente alle isole, il tecnico del Cagliari, Daniele Arrigoni , mette il veto su una possibile cessione del bomber dell’Under 21, Rolando Bianchi , mentre sembra scontata la partenza del difensore Sabato : «Il Cagliari non comprerà tanto per comprare e Bianchi non si deve muovere. Potrebbe andar via Sabato, è inutile restare per fare tre partite, meglio andarne a giocarne 15 in B per conoscere il proprio valore».

La Reggina, infine, è sul mediano del Corinthians, Rodrigo Almeida , ma il presidente Foti smentisce che sia stato raggiunto un accordo col giocatore: «Il discorso è ancora all’inizio».

(28/12/2004)

fa.tinaglia

© riproduzione riservata

Tags