Mercoledì 14 Aprile 2004

Inter, ritorno senza Vieri Zac: «In campo 11 leoni»

La speranza di vedere Christian Vieri scendere in campo oggi si è definitivamente infranta nel corso del pomeriggio di ieri: Bobo non ci sarà, nonostante Zac abbia sperato fino all’ultimo di averlo a disposizione. La ferita alla tempia gli fa ancora decisamente male e neanche stanotte gli ha permesso di dormire bene. Troppo rischioso, quindi, utilizzarlo in una gara difficile come quella contro l’Olympique Marsiglia, motivo per cui Zac costruirà l’attacco su Cruz e Martins, con Van der Meyde a completare il reparto.

Staffetta invece per il rientrato Recoba, visto che per il tecnico «il Chino non ha nelle gambe tutti i 90’, o meglio, non li ha per giocare in avanti con intensità tutto il tempo». L’altro ko eccellente del match contro il Marsiglia è quello di Marco Materazzi che, dopo Perugia-Inter, accusa ancora dolori ai glutei e all’anca destra. Il tecnico potrebbe quindi scegliere di schierare Cordoba, Gamarra e Cannavaro, lasciando fuori Adani, ieri febbricitante ma comunque tra i convocati.

Nessun problema, invece, a centrocampo: Zac potrebbe mettere in campo capitan Zanetti e Kily Gonzalez sulle corsie esterne, con Cristiano Zanetti e Almeyda come centrali, probabilmente preferiti a Farinos, con Emre che «anche se non al top» per l’allenatore, sarebbe comunque pronto ad alternarsi a Van der Meyde, dietro le punte.

Grandi assenti a parte, dinamismo e fluidità di gioco sono le caratteristiche che Alberto Zaccheroni richiede alla sua Inter, sia oggi contro l’Olympique Marsiglia sia nelle restanti partite da qui alla fine della stagione: «Potremmo avere moltissime possibilità di passare il turno, se la squadra scenderà in campo con il giusto dinamismo per sorprendere i francesi. Più dell’atteggiamento degli avversari, mi interessa infatti il nostro», ha dichiarato il tecnico nerazzurro, che ha sottolineato il valore di Mido e Marlet, giocatori in grado di non far rimpiangere al Marsiglia l’assenza di Drogba.

«Non si potrà assolutamente essere statici, dovremo muover palla velocemente, anche perché altrimenti, con la loro difesa a cinque, non troveremo mai spazi», chiarisce Zac che crede e spera in una gara diversa da quella dell’andata, dove in campo non c’era la vera Inter. Il più grande rammarico dell’allenatore di Cesenatico è però quello di non aver potuto ultimamente schierare la stessa formazione con continuità, anche perché «la fluidità che spesso manca alla squadra dipende da questo. La partita di Perugia, ad esempio, è stata vinta grazie al carattere e ad alcuni grandi tocchi, ma mancava ancora il gioco fluido. E stavolta dovremo fare noi la gara, cambiando decisamente il tema tattico del match e stando molto attenti a non sbagliare».

Un commento poi è stato fatto da Zac anche in merito alle recenti polemiche arbitrali post Perugia-Inter: «Non ci interessano, se diamo la giusta interpretazione al regolamento. A noi la regola sembra chiara: secondo me c’è poco da interpretare in questo caso, anche perché, tra l’altro, non c’era alcun movimento d’inganno. Adriano era lì e la palla è arrivata sulla sua traiettoria, ma la palla stava andando fuori, non sulla traiettoria di porta, anche nell’accorrere di Martins». Quando al tecnico è stato poi ricordato che l’episodio del gol di Martins è stato paragonato al rigore dato al Milan contro l’Empoli, ha dichiarato sarcastico: «Non mi sorprende più nulla, dopo aver vissuto l’esperienza di Tim Cup contro la Juve, in cui penso sia stato raggiunto il top».

Probabili formazioni (in campo alle 20,45, diretta tv su Italia 1):

INTER (3-4-3) : 1 Toldo, 2 Cordoba, 24 Gamarra, 17 Cannavaro, 4 J. Zanetti, 6 C. Zanetti, 25 Almeyda, 18 Kily Gonzalez, 7 Van der Meyde, 9 Cruz, 30 Martins. (12 Fontana, 13 Helveg, 15 Adani, 5 Emre, 19 Karagounis, 14 Farinos, 20 Recoba). All. Zaccheroni.

Olympique Marsiglia (3-4-2-1) : 16 Barthez, 23 Beye, 6 Hemdani, 12 Meite, 2 Ferreira, 7 N’Diaye, 4 Flamini, 3 Dos Santos, 18 Meriem, 26 Batlles, 9 Mido. (30 Gavanon, 5 Christanval, 21 Ecker, 14 Vachousek, 29 Celestini, 20 Marlet, 38 Cantareil). All. Anigo.

Arbitro : Kim Milton Nielsen (Danimarca).

(14/04/2004)

fa.tinaglia

© riproduzione riservata

Tags