Mercoledì 15 Aprile 2009

Intertrasport: da domenica i playoff
Giustificate le ambizioni promozione

Playoff ormai alle porte per l’Intertrasport. Si parte domenica 19 aprile con Gamba e compagni impegnati al PalaFacchetti contro Castelletto Ticino (match di ritorno giovedì 23 in Piemonte con eventuale bella di nuovo a Treviglio domenica 26).

Sulle possibilità di passare il primo turno e più ancora su quelle di centrare la promozione in Legadue la dirigenza riteniamo si trovi, come si suol dire, tra l’incudine e il martello. Sia il presidente Pier Vincenzo Mazza, sia il vice Gianfranco Testa intervistati al proposito da BergamoTv sono stati piuttosto evasivi. Entrambi vanno compresi e non solo per motivi scaramantici. Da una parte in cuor loro c’è la legittima ambizione di poter festeggiare a fine maggio il salto di qualità, obiettivo anche se non megafonato maturato gradualmente nel corso della recente regular season terminata al primo posto a pari punti con Forlì. Dall’altra echeggia, sempre nelle dichiarazioni, l’altrettanto giustificata prudenza, trattandosi di scontri a eliminazione diretta.

Di fronte a questo "dire e non dire" della società come reagirà psicologicamente la squadra? Spontaneo sarebbe rimandare il responso al parquet di gioco. E’ il caso, però, di ricordare che in simili circostanze esistono due scuole di pensiero. L’una recita di responsabilizzare al cento per cento i protagonisti; l'altra sostiene l’esatto contrario condannando inequivocabilmente l’eccesso di pressione. Ne conviene, a nostro avviso, che la formula vincente potrebbe risultare quella di coniugare le due teorie.

Dal punto di vista tecnico, invece, si può parlare unicamente di certezze. In tal caso l’Intertrasport è da collocare sul classico piedistallo. Da tempo, del resto, parliamo di un organico completo e dal tasso qualitativo ottimale. Meglio delle altre (per fortuna poche) concorrenti l’Intertrasport vanta almeno tre pedine di straordinario spessore quali, in ordine rigorosamente alfabetico, Gamba, Guarino e Rossi e una panchina pressoché intercambiabile. Vi pare poco?

m.sanfilippo

© riproduzione riservata

Tags