Domenica 20 Luglio 2014

L’assessore Rossi a Zingonia:

«Atalanta modello di formazione»

L’assessore regionale Antonio Rossi a Zingonia con Mino Favini e i ragazzi nerazzurri del vivaio

«L’Atalanta è una famiglia che rappresenta un modello per la formazione dei calciatori». Così l’assessore allo Sport e Politiche per i giovani di Regione Lombardia Antonio Rossi dopo la visita al centro sportivo dell’Atalanta Bergamasca Calcio.

L’appuntamento è il secondo di un giro nelle province che l’assessore vuole fare nelle imprese che lavorano per l’innovazione nello sport e che è partito da Varese. Hanno partecipato alla visita anche il consigliere regionale Lara Magoni e il sindaco di Chiuduno Stefano Locatelli.

DEA A LIVELLI DI ECCELLENZA MONDIALI - «Ho potuto vedere il centro di Zingonia - ha detto l’assessore Rossi - che dispone di strutture, messe a punto dal presidente Percassi e dalla sua famiglia, che valgono già oggi 7,5-8 milioni e con un progetto per un ampliamento da ulteriori 2 milioni».

«L’Atalanta - ha ricordato l’assessore - si è posizionata, in una recente classifica, all’ottavo posto a livello mondiale per il settore giovanile». «Un risultato - ha aggiunto - che si deve

alla lungimiranza di Mino Favini. «Con piacere ho incontrato - ha spiegato - il direttore operativo Roberto Spagnolo, il mister della Prima squadra Stefano Colantuono e i consiglieri Felli, Fratus e Lazzarini”. Antonio Rossi ha poi salutato l’amministratore delegato Luca Percassi e il direttore generale Pierpaolo Marino.

LA REGIONE SOSTIENE LO SPORT - «Ho confermato alla dirigenza orobica - ha spiegato l’assessore - l’impegno di Regione Lombardia a sostenere lo sport, anche attraverso l’intervento dell’ente presso gli istituti di credito, per abbattere i tassi di interesse».

PROMUOVERE CULTURA SPORTIVA - «La Dea - ha sottolineato l’assessore Rossi - ha 9 squadre, che a Zingonia hanno una bella casa e ne avranno una ancora più utile alla loro crescita e formazione». “Proprio sul fronte educativo - ha aggiunto l’assessore - è necessario attivare un circuito virtuoso, che interessa molto i dirigenti atalantini, che coinvolga ragazzi, società, famiglie e scuola». «Occorre promuovere la cultura sportiva - ha rimarcato -, partendo da centri di assoluta eccellenza qual è quello di Zingonia dell’Atalanta».

PERSICO, AZIENDA CHE FA LA COPPA AMERICA - L’assessore ha visitato, in mattinata, anche la ditta Persico di Nembro. «La Persico - ha sottolineato l’assessore Rossi - è una ditta che ha preso le mosse da altri contesti produttivi e che ha anche, attualmente, una divisione nautica, da cui sono usciti Moro di Venezia e Luna Rossa e che sta già portando avanti studi per i possibili scafi della prossima Coppa America».

GAP DA RECUPERARE - «Il nostro sport - ha affermato il responsabile regionale dello Sport - deve recuperare, sul fronte dei giovani, un gap con le altre nazioni europee e non solo e lo può fare grazie all’impegno di società come l’Atalanta, che puntano sulla valorizzazione umana e sportiva dei giovani».

INNOVAZIONE NELLO SPORT - «Si tratta di realtà - ha concluso l’assessore Rossi - che testimoniano la vivacità e l’operosità della provincia di Bergamo sia nell’imprenditoria legata all’innovazione per lo sport che alla pratica sportiva vera e propria».

© riproduzione riservata