Venerdì 03 Marzo 2006

Le squadre bergamasche scaldano i motori

Atalanta, contro il Bari sarà Terra l’unica novità
Stefano Colantuono ha scoperto le sue carte e ha scelto la strada della continuità. Solo una variazione, peraltro obbligata, nell’undici titolare rispetto alla squadra che ha battuto 3-2 l’AlbinoLeffe. Cioè Terra al posto dello squalificato Rivalta, poi nessun altro cambiamento e squadra dunque confermata per dieci undicesimi. Si era ipotizzato il rientro di Adriano in difesa, invece dall’allenamento s’è capito che Ariatti giocherà ancora sulla linea dei difensori, con centrocampo e attacco che resteranno invariati.
Colantuono, infatti, ha prima provato i movimenti difensivi in un esercizio otto contro dieci. Da una parte difesa (Ariatti, Terra, Loria e Bellini) e centrocampo (Migliaccio, Bernardini e Marcolini più Bombardini trequartista) titolari, dall’altra un 4-4-2 che diventava 2-4-4 in fase d’attacco. Prima della doccia, c’è stato il tempo di perfezionare qualche schema su punizione e s’è potuto constatare che la coppia d’attaccanti sarà formata ancora da Ventola e Zampagna. Non si sono allenati D’Agostino, bloccato da un affaticamento all’adduttore destro, e Osvaldo, fermo per un’infiammazione al ginocchio, due stop dovuti ai carichi di lavoro delle ultime settimane che comunque non preoccupano lo staff medico. D’Agostino dovrebbe essere disponibile contro il Bari, mentre Osvaldo non può comunque giocare finché non arriva il transfer dall’Argentina. Lavoro di scarico anche per Defendi, rientrato mercoledì dall’impegno con l’Under 21.
Tirate le somme, la condizione generale della squadra pare ottimale, visto che non ci sono infortunati di lungo corso. Oggi ultimo allenamento, alle 10,30, poi la squadra pranzerà e si fermerà in ritiro nel Centro Bortolotti di Zingonia.
AlbinoLeffe: verso il 3-4-2-1 con Iacopino titolare
Potrebbero essere molte le sorprese nella formazione che Mondonico presenterà domani ad Avellino. L’allenamento di ieri mattina, infatti, ha schiarito le idee sul volto dell’AlbinoLeffe nella trasferta irpina: durante la partitella, il tecnico bluceleste ha schierato la squadra titolare con un inedito 3-4-2-1. Fuori Bonazzi, Poloni e Salgado, le novità principali riguarderebbero il ritorno di Colombo (ormai ristabilito dalla distorsione alla caviglia), il rilancio di Testini e, soprattutto, l’esordio dal primo minuto di Iacopino. In difesa rientra Minelli, che affiancherà Dal Canto e Teani, sugli esterni agiranno Colombo e Regonesi (con quest’ultimo che potrebbe muoversi anche come quarto basso, in caso di passaggio al 4-3-2-1), mentre in mezzo al campo Previtali potrebbe essere preferito a Belingheri come scudiero di Del Prato. E, per potenziare l’apporto offensivo, spazio a Testini e Iacopino larghi alle spalle di Russo. Un modulo sostanzialmente mai visto, che potrebbe trasformarsi in un più prudente 5-4-1 in fase difensiva. Ma per capire se tali segnali possano essere realmente indicativi, si attende la rifinitura di stamattina alle 10, che precede la partenza per Avellino.

(03/03/2006)

r.clemente

© riproduzione riservata

Tags