Venerdì 04 Giugno 2004

Locatelli torna alla vittoria Rivincita di Rossi su Gibernau

Roberto Locatelli è tornato alla vittoria in un gran premio del motomondiale. Il 29enne carvichese, che quest’anno gareggia di nuovo nella classe 125, ha vinto su Aprilia il Gran premio d’Italia, disputato sul circuito del Mugello, una pista che è particolarmente adatta alle sue caratteristiche. Locatelli si è imposto in volata su un gruppo di avversari composto, nell’ordine, da Kasey Stoner (Ktm), Hector Barbera (Aprilia), Andrea Dovizioso (Honda), Mirko Giansanti (Aprilia) e Pablo Nieto (Aprilia). Per il pilota bergamasco, ex campione del mondo della categoria, è il terzo successo in carriera sul circuito del Mugello.

La vittoria nel Gp d’Italia - quarta prova del campionato del mondo - fa fare un grande balzo in avanti a Roberto Locatelli nella classifica mondiale delle 125. Il bergamasco dell’Aprilia ha adesso 73 punti, tre in meno di Andrea Dovizioso, leader della graduatoria a quota 76 e oggi al quarto posto con la sua Honda. A 55 punti c’é Stoner su Ktm (55). Seguono Barbera (49), Jenkner (43), Giansanti e Nieto (39).

Nella classe MotoGp rivincita di Valentino Rossi su Sete Gibernau, al termine di una gara disturbata dalla pioggia. La vittoria è arrivata negli ultimi 5 giri dopo la ripartenza per lo stop al 19° giro a causa proprio della pioggia. Alla ripresa della gara, data sotto il diluvio e con la griglia dettata dalle posizioni in pista al momento dello stop (primo Valentino, poi Gibernau e Biaggi) ha preso la testa Abe davanti a Biaggi, Barros, Rossi e Gibernau. Valentino, dopo una fase convulsa, ha preso il largo ed ha trionfato davanti alle Honda di Gibernau e Biaggi. A fine gara Valentino Rossi, anche se un’eventuale decisione non cambierebbe l’ordine di arrivo, ha annunciato nel dopo-gara di voler sporgere reclamo contro Gibernau. Perché, come lo stesso Rossi ha spiegato, lo spagnolo lo avrebbe sorpassato in regime di bandiere gialle durante la prima gara. Le bandiere erano state esposte in seguito alla caduta del giapponese Nakano e in tale frangente il sorpasso è vietato.La vittoria, comunque, permette a Valentino Rossi di scavalcare Max Biaggi al secondo posto della classifica iridata. In testa c’é sempre Gibernau con 86 punti, seguito adesso da Rossi a quota 76 e da Biaggi a 72. Staccato al 4° posto Alex Barros (48 punti), Loris Capirossi è 7/o a quota 28.

Nella classe 250 vittoria dell’argentino Sebastian Porto (Aprilia), davanti allo spagnolo Daniel Pedrosa (Honda). Al terzo posto si è piazzato il sammarinese Manuel Poggiali che sul traguardo ha beffato con la sua Aprilia il francese Randy de Puniet, alle prese con problemi imprevisti all’ultima curva. La gara è stata decisa dalle prime battute quando Porto, de Puniet e Pedrosa hanno staccato il gruppo dando vita ad una battaglia a tre, seguiti da Poggiali. Il secondo posto alle spalle di Porto, permette a Pedrosa di avvicinarsi in classifica a Randy de Puniet. Lo spagnolo della Honda ha adesso 70 punti, contro i 73 del francese dell’Aprilia. Porto è al terzo posto con 50 punti e scavalca Fonsi Nieto, a quota 45. Manuel Poggiali è soltanto ottavo a 29 punti.

(06/06/2004)

u.negrini

© riproduzione riservata

Tags