Venerdì 10 Agosto 2007

L’AlbinoLeffe dà lo stop alla Samp

Se era una prova di solidità estiva, con lo 0-0 è stata ampiamente superata. Insieme a quelle di resistenza, forza, flessibilità: il tutto, rigorosamente con tanto di certificazione europea. Sì, perché un AlbinoLeffe quasi mai in affanno, spesso lucido, raramente disordinato, mette il bavaglio alla Samp formato Uefa e lancia un monito a tutti i naviganti: a meno di una settimana dall’appuntamento di Coppa Italia con il Bari i biancocelesti sono a buon punto. Se non a puntino, non ci manca molto.

Perché fermare i blucerchiati delle bocche di fuoco Montella-Bellucci-Caracciolo, qualcosa vorrà pur dire anche se siamo solo a inizio agosto. Perché giocare per due terzi di gara meglio dei blucerchiati che giocano una categoria sopra e per obiettivi ambiziosi, non può che essere di buon auspicio per il futuro. Se non proprio roba da leccarsi i baffi, sicuramente confortante.

Il tabellino:
AlbinoLeffe (4-4-2): Marchetti; Colombo (6’ st Garlini): Donadoni (15’ st Conteh), Serafini, Peluso (15’ st Bombardieri); Gori (15’ st Madonna), Previtali (15’ st Poloni), Carobbio (15’ st Del Prato); Cristiano (15’ st Piantoni); Cellini (15’ st Ferrari), Ruopolo (15’ st Torri). All. Gustinetti.
Sampdoria (3-4-2-1): Mirante (1’ st Castellazzi); Volta (1’ st Luchini), Sala (1’ st Campagnaro), Accardi (1’ st Bastrini); Zenoni (1’ st Maggio), Sanmarco (15’ st Konan), Volpi (1’ st Franceschini), Pieri (1’ st Ziegler); Bellucci (1’ st Delvecchio), Montella (15’ st Poli); Caracciolo (1’ st Foti). All. Mazzarri.

Arbitro: Rosetti di Torino.
Note: Ammoniti e espulsi nessuno. Angoli: 6-4 per la Sampdoria.

(10/08/2007)

r.clemente

© riproduzione riservata

Tags