Sabato 10 Aprile 2004

L’AlbinoLeffe fa il pieno con l’Avellino

ALBINOLEFFE - AVELLINO 1-0

Rete: nel pt 24’ Bonazzi.

AlbinoLeffe (4-3-3): Acerbis, Raimondi, Zoboli (37’ st Gorini), Sonzogni, Regonesi, Testini, Del Prato, Poloni, Morfeo (32’ st A. Colombo), Bonazzi (41’ st Carobbio), Possanzini. In panchina: Gritti, Ferrari, Araboni, Gorzegno. All. Gustinetti.

Avellino (4-3-3): Cecere, Sardo, Di Cesare (6’ st Puleo), Contini, Moretti, Ferraresi, Nocerino (30’ st Sorrentino), Tisci, Capparella, Manca, Kutuzov. in panchina: Anania, D’Andrea, Alfano, Carnevali, Bagalini. All. Zeman.

Arbitro: Tagliavento di Terni.

Note - Angoli 5-4 per l’Avellino: Recupero: 1’ e 4’. Ammoniti: Morfeo, Bonazzi, Nocerino e Contini per gioco scorretto. Spettatori: 1.500.

Come era già accaduto in Irpinia nella partita d’andata, l’AlbinoLeffe intasca i tre punti e Bonazzi (nella foto) mette la firma in calce al successo: non con tre gol, come era capitato lo scorso novembre, ma con l’unico che basta a decidere le sorti del match. Il gol, oltre che prezioso per la classifica della banda di Gustinetti, è un capolavoro di tecnica e precisione: Bonazzi, servito lateralmente in area da Possanzini, sbilancia l’avversario diretto con una finta di corpo, sposta la palla sulla sinistra e, appena saltato l’uomo, scarica un rasoterra preciso che si infila nell’angolo più lontano, fuori della portata del portiere campano. E’ il 25° minuto di una partita che l’AlbinoLeffe domina per 90 dei 96 minuti, durante i quali costruisce non meno di cinque palle gol pulite, non sfruttate. E, come accade spesso in casi del genere, rischia addirittura di farsi agguantare all’ultimo secondo di recupero, quando un provvidenziale incrocio dei pali salva Acerbis da un sinistro di Capparella. Alla fine arrivano i tre punti, frutto di un buon primo tempo e di una ripresa meno intensa.

(10/04/2004)

u.negrini

© riproduzione riservata

Tags