Giovedì 01 Gennaio 2009

Manfredini: «Il 2008 è statoil migliore anno della mia carriera»

Thomas Manfredini saluta il 2008, che definisce «il miglior anno» della sua carriera e dal 2009 si aspetta anzitutto un gran girone di ritorno con l’Atalanta e magari una vista sull’azzurro. Intanto si gode la soddisfazione dell’interessamento dimostrato per lui dal Milan ma assicura: «Ho la testa all’Atalanta, abbiamo un progetto e vogliamo portarlo avanti. Vale per me, ma anche per gli altri, la società è stata chiara in questo, non ci saranno cessioni».

Manfredini rsponde a tutto campo in una lunga intervista che sarà pubblicata su «L’Eco» in edicola domani 2 gennaio.
Il Milan, la Nazionale, sono tutte conseguenze di un 2008 strepitoso...
«Il migliore della mia carriera. Fino a poco tempo fa ero martoriato dagli infortuni che mi hanno portato ad avere un rendimento altalenante e hanno condizionato la mia carriera. Il 2008 è stato per me un trampolino di lancio, una rinascita vera e propria. Ho ritrovato quello che avevo lasciato a 19 anni, quando ho esordito in A e avevo davanti scenari importanti che ho perso per strada».
Ma cos’è successo in questo anno?
«Per una serie di motivi sono cambiato anche io, è cambiata la mia mentalità. E ho trovato Del Neri che mi ha dato grande fiducia. La mia carriera era tutta un punto di domanda, ora ha tante sicurezze».

(01/01/2008)

a.campoleoni

© riproduzione riservata

Tags