Marilungo interrogato dal pm «Mai saputo di partite truccate»

Marilungo interrogato dal pm
«Mai saputo di partite truccate»

Sono attese per martedì 5 aprile le richieste di rinvio a giudizio che formulerà il procuratore della Repubblica di Cremona, Roberto di Martino, per gli oltre novanta imputati del processo per il calcioscommesse, esclusi quelli che hanno patteggiato o che hanno chiesto il rito abbreviato.

Lunedì 4 si è tenuta si è tenuta la sesta udienza preliminare. Il pm ha completato la requisitoria prendendo in esame gli ultimi venti imputati. È stato interrogato il calciatore Guido Marilungo dell'Atalanta, attualmente in forza al Lanciano, che aveva chiesto di essere sentito. È uno dei sette imputati che verranno processati con il rito abbreviato.

Guido Marilungo con il suo legale,  l'avvocato Siciliano

Guido Marilungo con il suo legale, l'avvocato Siciliano

Il giocatore ha sottolineato di non essere stato al corrente di partite truccate e si è detto estraneo a ogni accusa. Cristiano Doni aveva escluso che Marilungo fosse mai stato coinvolto nelle combine delle partite. Il riferimento è soprattutto ad Ascoli-Atalanta. Martedì verranno trattati anche i riti abbreviati. Il procuratore chiederà le condanne, poi interverranno le parti civili. Hanno chiesto il rito abbreviato i difensori di Antonio Conte, Angelo Alessio, Giorgio Veltroni, ex presidente dell' Alessandria, Ermanno Pieroni, Roberto Previtali, ex capitano dell'AlbinoLeffe, e Daniele Quadrini, ex difensore del Sassuolo.


© RIPRODUZIONE RISERVATA