Nations League:1-0 contro la Polonia Biraghi la spunta in zona Cesarini

Nations League:1-0 contro la Polonia
Biraghi la spunta in zona Cesarini

L’Italia vince in Polonia 1-0 ed evita la retrocessione nella serie B della Nations League. Il gol vittoria di Biraghi al 93’. A retrocedere è la Polonia.

Un meritato successo quello dell’Italia di Mancini che sconfigge la polonia in pieno recupero con un gol di Biraghi, in rete su azione d’angolo. La Polonia è così condannata alla Lega B di Nations League.

La rete arriva al 93’, in piena zona Cesarini: l’ultimo angolo della serata è battuto lungo, sulle spizzata di Lasagna spunta Biraghi sul secondo palo e insacca il suo primo gol azzurro, una rete che sa di liberazione. Un successo meritato quello degli azzurri dopo le due traverse colpite da Jorginho e Insigne. Ora l’Italia si giocherà il primato del girone contro il Portogallo il 17 novembre, a Milano.

L’Italia gioca bene, domina a lungo in Polonia e vince al fotofinish. A Chorzow, nella terza gara degli azzurri nella nuova Nations League, la nazionale di Roberta Mancini trova il riscatto proprio nei secondi finali di un match controllato dall’inizio alla fine. Tre punti fondamentali per gli azzurri, che conquistano aritmeticamente la permanenza nella Serie A della nuova competizione e a novembre potranno affrontare il Portogallo a caccia di un complicato sorpasso al primo posto del Gruppo 3.

Il primo tempo del Silesian Stadium è un assolo dell’Italia. La traversa colpita dopo neppure un minuto da Jorginho, servito da Insigne dopo una bella azione azzurra sulla sinistra, anticipa in modo perfetto il copione del match. L’Italia colleziona opportunità da gol. Insigne tenta un impossibile pallonetto all’8’, Bernardeschi calcia male da ottima posizione al 23’, poi alla mezz’ora arriva la seconda traversa tricolore: stavolta colpita da Insigne in spaccata sul cross di Chiesa dalla destra, con Szczesny battuto. Il portiere della Juventus si prende la scena nel quarto d’ora finale del primo tempo: prima respinge il tentativo di Jorginho, poi nega il gol al compagno di club Chiellini, infine chiude la porta sul destro di Florenzi dall’interno dell’area.

In tutto questo la Polonia arriva una sola volta nell’area azzurra con il contropiede condotto da Lewandowski ma non finalizzato da Milik. Nella ripresa il tecnico polacco Brzeczek abbandona il 4-3-1-2 inserendo Blaszczykowski e Grosicki e passando al più ordinato 4-4-2. I risultati si vedono, perché l’Italia continua a controllare il ritmo e il possesso palla ma i padroni di casa diventano pericolosi in contropiede. Lo dimostra Grosicki al 58’, beffando Biraghi alle spalle e costringendo Donnarumma alla prima, vera parata del match, e soprattutto Lewandowski al 73’, liberando ancora Grosicki davanti al portiere del Milan, provvidenziale nella respinta prima dell’errore di Milik da due passi. L’Italia comunque continua a mettere pressione sulla Polonia: Biraghi e soprattutto Bernardeschi falliscono due occasioni importanti ma all’ultimo secondo esplode la gioia azzurra proprio grazie al terzino della Fiorentina.

Le formazioni
POLONIA (4-3-1-2): Szczesny; Bereszynski, Glik, Bednarek, Reca (42’ st Jedrzejczyk sv); Szimanski (1’ st Grosicki), Goralski, Linetty (1’ st Blaszczykowski); Zielinski; Milik, Lewandowski. In panchina: Dragowski, Fabianski, Kaminski, Olkowski, Pietrzak, Kadzior, Frankowski, Kurzawa, Piatek. Allenatore: Brzeczek.

ITALIA (4-3-3): Donnarumma; Florenzi (39’ st Piccini), Bonucci, Chiellini, Biraghi; Verratti, Jorginho, Pellegrini; Bernardeschi (35’ st Lasagna), Insigne, Chiesa. In panchina: Sirigu, Perin, Criscito, Acerbi, Gagliardini, Pellegrini, Bonaventura, Giovinco, Berardi, Immobile. Allenatore: Mancini.

ARBITRO: Damir Skomina (Slovenia).
RETE: 47’ st Biraghi.
NOTE: serata serena, terreno in buone condizioni. Ammonito: Jorginho. Angoli: 1-8. Recupero: 0’; 3’.


© RIPRODUZIONE RISERVATA